Barrafranca. Provinciale 15: chiuso di nuovo con grossi massi il passaggio provvisorio

Inserita da il Mar 10th, 2017 e archiviata in Barrafranca. Puoi seguire tutte le risposte a questo articolo tramite RSS 2.0.

BARRAFRANCA. Il sindaco Fabio Accardi, sulla questione della strada provinciale 15 Barrafranca Piazza Armerina, non ci sta e fa sentire la sua voce. L’arteria è chiusa a traffico dal maggio 2016 per una frana a tre chilometri da Barrafranca direzione Piazza Armerina. Dieci mesi fa una parte della strada aveva ceduto e ora è visibile, sula destra per chi è diretto alla città dei Mosaici, un grosso buco che fa intravedere il terreno sottostante. L’ex Provincia di Enna aveva decretato, subito dopo, la chiusura al traffico. Per diverso tempo, il proprietario di un terreno che si affaccia sulla strada che porta alla diga Olivo, aveva aperto il cancello della sua proprietà e permesso il transito. Ora lo stesso proprietario si è stancato ed ha chiuso il passaggio. Per evitare qualche furberia, ha scavato, davanti al cancello della sua proprietà, un grande e lungo fossato. Qualche giorno dopo, ignoti avevano spostato i grossi massi che impedivano il passaggio e creato un corridoio che permetteva il traffico quanto meno dei mezzi leggeri. Ora, dopo il sopralluogo della Protezione Civile, il “corridoio” è stato chiuso di nuovo. Per andare a Piazza Armerina ora bisogna entrare a Barrafranca e percorrere la strada Sottoserra fino all’incrocio con la strada per Mazzarino. Questo determina un allungamento dle percorso e dei tempi di percorrenza. Il problema è per i numerosi proprietari delle aziende agricole che si affacciano sulla provinciale. Essi devono fare tale giro e poi tornare indietro anche se i loro terreni sono a ridosso della frana.

Il sindaco di Barrafranca Fabio Accardi affida il suo duro commento a Facebook.
“Sulla provinciale 15 abbiamo più volte sollecitato il libero consorzio ad intervenire. Abbiamo partecipato ai sopralluoghi dell’ufficio tecnico provinciale, abbiamo richiesto anche l’intervento del presidente della Regione al fine di accelerare un intervento. Risultato: ieri, dopo il sopralluogo della Protezione civile, il tratto di strada provinciale 15 viene chiuso. È proprio vero, come sostiene l’Anci Sicilia, ci troviamo di fronte alla catastrofe istituzionale e al totale abbandono del territorio. Questo non è accettabile. Personalmente cercherò, con gli strumenti che abbiamo, di ricercare una soluzione per l‘immediato e di fare sentire la voce dei Barresi che non possono essere trattati così”.

Gaetano Milino







   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google

Clicca per condividere questo articolo su OKNOtizie OkNotizie



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF

Contribuisci con una donazione all'Associazione ViviSicilia ViviEnna



Pubblicita'

Associazione ViviEnnaViviSicilia aderisci come sostenitore o partner

ViviEnna


Photo Gallery


Associazione ViviSicilia ViviEnna - C.F.: 91056290868 - Giornale telematico registrazione Tribunale Enna n.100 del 2002 - ROC 26063 - Riconoscimento giuridico Prefettura Enna (registro n.19)

Non si assume alcuna responsabilità per quanto riguarda il materiale contenuto nel sito, né per gli eventuali problemi derivanti dall'utilizzazione dello stesso o di eventuali siti esterni ad esso collegati. Tale materiale: non è sempre necessariamente esauriente, completo, preciso o aggiornato; è talvolta collegato con siti esterni sui quali non si ha alcun controllo e per i quali non assume alcuna responsabilità; non costituisce un parere di tipo professionale o legale. Non si garantisce che un documento disponibile in linea riproduca esattamente un testo adottato ufficialmente. Sulla riproduzione dei materiali e contenuti è gradita la citazione della fonte e relativo indirizzo web. Le immagini pubblicate, quasi tutte tratte da internet, e quindi valutate di pubblico dominio.

La responsabilità degli articoli è dei singoli autori. La collaborazione è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita.


Accedi


mail: vivisicilia.it@gmail.com | Versione VEBLU 1.2ab | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata