Pietraperzia. Aveva litigato violentemente con la madre. Arresto convalidato per Gianluca Gallo

Inserita da il Mar 11th, 2017 e archiviata in Cronaca. Puoi seguire tutte le risposte a questo articolo tramite RSS 2.0.

PIETRAPERZIA. Il pietrino Gianluca Gallo rimane in carcere. Al tribunale di Enna si è svolta infatti l’udienza per l’eventuale convalida del suo arresto. Il giudice ha stabilito che Gallo deve rimanere in Cella. Il giovane era stato arrestato giovedì sera dai carabinieri della stazione cittadina di viale Don Bosco. Gallo, agli arresti domiciliari, aveva litigato violentemente con sua madre. Durante la lite aveva maltrattato la donna e rivolto, nei suoi confronti, minacce gravi. Al culmine della lite, aveva scagliato, contro sua madre, una sedia che la donna aveva evitato per purio caso. Intervenuti i carabinieri di Pietraperzia, Gianluca Gallo era stato arrestato e accompagnato al carcere di Enna. il giovane aveva esercitato, nei confronti della stessa donna, violenze fisiche e psicologiche”, come si legge in un comunicato stampa della Compagnia carabinieri di Piazza Armerina. il giovane aveva anche minacciato di morte sua madre per futili motivi. Giovanni Luca – conosciuto in paese con il nome di Gianluca – è la terza volta che fa parlare di se dall’inizio del 2017. Il primo gennaio scorso lui aveva cominciato a litigare con un’altra. All’arrivo dei carabinieri il suo rivale aveva desistito dal continuare la lite. Gianluca Gallo, invece, aveva continuato a comportarsi in maniera violenta contro i carabinieri e contro la loro auto di servizio. Arrestato dagli stessi militari dell’Arma, era stato posto ai domiciliari a casa dei suoi genitori. Era stato arrestato una seconda volta e posto ai domiciliari perché lui, con l’obbligo di presentazione ad un posto di polizia, non si presentava con regolarità e quindi era stato arrestato. Lui infatti aveva l’obbligo di presentarsi in caserma due volte al giorno ma non rispettava puntualmente tale prescrizione.

Gaetano Milino







   Clicca e Condividi su Facebook |

Clicca per consigliare questo articolo sulla ricerca Google

Clicca per condividere questo articolo su OKNOtizie OkNotizie



Invia per mail l'articolo o stampalo in PDF

Contribuisci con una donazione all'Associazione ViviSicilia ViviEnna



Pubblicita'

Associazione ViviEnnaViviSicilia aderisci come sostenitore o partner

ViviEnna


Photo Gallery


Associazione ViviSicilia ViviEnna - C.F.: 91056290868 - Giornale telematico registrazione Tribunale Enna n.100 del 2002 - ROC 26063 - Riconoscimento giuridico Prefettura Enna (registro n.19)

Non si assume alcuna responsabilità per quanto riguarda il materiale contenuto nel sito, né per gli eventuali problemi derivanti dall'utilizzazione dello stesso o di eventuali siti esterni ad esso collegati. Tale materiale: non è sempre necessariamente esauriente, completo, preciso o aggiornato; è talvolta collegato con siti esterni sui quali non si ha alcun controllo e per i quali non assume alcuna responsabilità; non costituisce un parere di tipo professionale o legale. Non si garantisce che un documento disponibile in linea riproduca esattamente un testo adottato ufficialmente. Sulla riproduzione dei materiali e contenuti è gradita la citazione della fonte e relativo indirizzo web. Le immagini pubblicate, quasi tutte tratte da internet, e quindi valutate di pubblico dominio.

La responsabilità degli articoli è dei singoli autori. La collaborazione è da considerarsi del tutto gratuita e non retribuita.


Accedi


mail: vivisicilia.it@gmail.com | Versione VEBLU 1.2ab | Supporto Tecnico e Hosting Bluermes Comunicazione Integrata