lunedì , Gennaio 18 2021

A Catenanuova l’unica risonanza magnetica a “cielo aperto” per soggetti claustrofobici

Catenanuova. Lo chiamano “Mister Open” ed è il primo apparecchio di risonanza magnetica al mondo ad adottare la tecnologia dei superconduttori ad alta temperatura. Lo ha realizzato un ingegnere siculo-genovese, Roberto Dutto, e lo ha montato personalmente in uno studio di Catenanuova, dove funzione da qualche mese ed ha suscitato l’interesse di tantissimi utenti, soprattutto fuori Sicilia. Infatti, questo apparecchio, unico al mondo, consente di effettuare risonanze magnetiche a cielo aperto, senza tubo, è formato da due grandi ellissi contrapposti, scoperto al centro dove esiste un binario lungo cui si muove il lettino con il paziente che deve essere sottoposto a risonanza magnetica, inoltre fornisce elevata qualità di immagine, flessibilità clinica ed assoluta serenità per il paziente. Per chi soffre di claustrofobia questo apparecchio è una vera e propria manna perché non ci sono problemi, il paziente è nelle condizione di seguire tutta l’operazione e non avere niente di sopra, viene, nella sostanza eliminata qualsiasi barriera tra il paziente e l’ambiente circostante. Insomma non c ‘è quel tubo che molto spesso crea non pochi problemi al paziente. La sanità siciliana si arricchisce di un apparecchio che le consente di raggiungere livelli di eccellenza notevoli, specie in un settore, quello dell’indagine radiologica, che è molto utile nel campo della prevenzione, degli accertamenti, evitando i cosiddetti “viaggi della speranza”. Potrebbe essere una sorpresa quello di ritrovare questo apparecchio unico al mondo, ma tra poco ne arriverà un altro a Vancoveur in Canada, dopo che alcuni radiologi canadesi, verranno a Catenanuova per prendere dimestichezza con l’apparecchio. A spiegare questa bella novità sono i radiologi Claudio Fischetti e Giovanni Triccarichi, che hanno creduto in questo apparecchio di nuova generazione. “Questa macchina è stata installata a Catenanuova – dichiarano Fischetti e Triccarichi – perché l’abbiamo acquistata sulla carta, solo guardando il progetto che aveva elaborato il dottor Roberto Dutto, ed è stato lui stesso a montarla”.

MrOpen (Magnetic Resonance Open) rappresenta una nuova frontiera in Risonanza Magnetica (RM). E’ infatti la prima ed unica apparecchiatura RM superconduttiva al mondo “a cielo completamente aperto”, essendo costituita da due corpi ellissoidali contrapposti attraverso cui scorre un lettino/poltrona. Scompare pertanto il classico “tubo” e non esiste alcuna barriera al di sopra del paziente. Ciò consente l’esecuzione “a cielo aperto” di tutti gli esami RM, anche di quelli a livello del capo e della colonna cervicale. Tali esami in particolare, in tutte le attuali RM “aperte” esistenti -stante l’apertura solo da un lato, avvengono infatti con una barriera a poca distanza dal volto del paziente.
L’innovativo giogo magnetico ad “U” rappresenta pertanto una soluzione ideale per soggetti claustrofobici, in quanto la totale eliminazione di ogni barriera tra il paziente e lo spazio sovrastante determina un approccio estremamente rassicurante a tutti gli esami RM.La possibilità di un sollevamento dello schienale assicura un’ulteriore comfort.
MrOpen utilizza un campo magnetico orizzontale da 0,5T, che permette di far uso di particolari bobine, con tecnologia che consente di ottimizzare l’immagine a livello di tutti i distretti anatomici. L’esclusivo design del magnete e la sua conseguente flessibilità applicativa si associano peraltro ad un’altra notevole innovazione. Il MrOpen è la prima Risonanza Magnetica ad adottare la tecnologia dei superconduttori ad elevata temperatura,che consente di utilizzare sistemi di raffreddamento tradizionali al posto di elio liquido o altri gas criogenici, attualmente utilizzati in tutte le altre RM superconduttive, certamente ben più costosi e di difficile reperibilità in alcune zone del mondo”.
L’idea di questa macchina nasce dalla scoperta nel 2001 del Diboruro di Magnesio (MgB2) – un superconduttore ad alta temperatura critica che può essere raggiunta senza ricorrere alla costosa e complessa tecnologia di raffreddamento dei liquidi criogenici -che ha riacceso nel mondo scientifico l’interesse per le possibili applicazioni tecniche della superconduttività.Per sfruttare tali peculiarità del MgB2 nel 2003 è iniziato un progetto di ricerca,che partendo dai risultati ottenuti dal laboratorio Lamia dell’Infm-Cnr, si poneva l’obiettivo di sviluppare una nuova generazione di magneti superconduttori da impiegare in risonanza magnetica. Il progetto, che ha attinto anche a fondi per gli investimenti sulla ricerca industriale, tramite il Ministero dell’Università e della Ricerca (MIUR),ha visto coinvolte l’Università di Genova e industrie come ASG Super conductors,Columbus Superconductors e Paramed.Questo complesso network scientifico ha permesso alla Paramed di utilizzare delle speciali bobine superconduttive per la creazione di una innovativa macchina per tomografia a Risonanza Magnetica a geometria aperta,chiamata “MrO”(Magnetic Resonance Open).
La Diagnostica cft è riuscita ad installare nella sua sede di Catenanuova tale prima innovativa apparecchiatura, intuendone le straordinarie capacità applicative sin dalle fasi iniziali di progettazione e – sulla base di un’assoluta fiducia sulla tecnologia Paramed – acquistandola in tali fasi.
Il Centro La Diagnostica cft srl, nasce dal progetto, ambizioso e proiettato nel futuro, di realizzare nel breve – medio termine una struttura al’avanguardia, in grado di rispondere ad esigenze e bisogni di salute in un’area ad oggi non integralmente coperta e, per molti versi, fra i punti nevralgici del complessivo sistema sanitario. Oggi il Centro consta di tre strutture accreditate, dislocate sul territorio delle provincia di Enna e, nello specifico, nei Comuni di Barrafranca, Catenanuova e Piazza Armerina.
La struttura pone al centro della sua attività una reale programmazione e ciò in sinergia, ma ove necessario anche al di là, del sistema di finanziamento pubblico.
Rispetto alla parte pubblica, anzi, la struttura ha da sempre avuto l’ambizione di porsi quale valido partner e supporto nell’ottica della realizzazione di più efficaci ed efficienti prestazioni sanitarie, del risparmio e dell’ottimizzazione delle risorse a disposizione. La stessa, in tal modo, è in grado di coprire le inevitabili aree critiche e di inefficienza del sistema pubblico, contribuendo, peraltro, anche a realizzare quel potenziamento dei servizi sul territorio che gioca un ruolo chiave nella riforma del Servizio Sanitario realizzata dall’attuale Governo regionale.
Il tutto in una logica di proficua integrazione pubblico – privato nel quale entrambe le parti, lungi dal porsi in concorrenza tra loro, operano in sinergia perseguendo la soddisfazione del cittadino – utente ed il rispetto dei limiti di spesa.
Ciò ha comportato, e comporterà sempre di più in futuro, per il Centro la necessità di affrontare sempre maggiori investimenti sia in termini di dispiegamento di professionalità, con le ovvie e positive ricadute in termini occupazionali, sia in termini di innovazioni tecnologiche, visto anche il campo in cui la stessa opera.
Oggi è motivo di profondo orgoglio e soddisfazione che il Centro sia l’unico in Italia ad essere in possesso di una risonanza magnetica totalmente a cielo aperto che offre ai pazienti, soprattutto a quelli claustrofobici, la possibilità di svolgere l’ esame in totale relax.


Si comunica che in data 10 settembre 2018 la Ditta La Diagnostica di Catenanuova ha disattivato la macchina con una di nuova generazione che non ha piu’ la caratteristica di essere Aperta