martedì , Gennaio 19 2021

Villarosa. Ordinanza per assicurare la disciplina del servizio d’igiene urbana

Villarosa. “Vogliamo dare una migliore organizzazione al sistema di raccolta dei rifiuti. Per il momento, avendo difficoltà di pianificare la raccolta differenziata porta a porta in maniera radicale, per una serie di situazioni logistiche, per abituare la gente a differenziare e per diminuire il conferimento in discarica abbiamo provveduto ad una opportuna regolamentazione dei rifiuti”. A dichiararlo è il sindaco Franco Costanza che, nella qualità di Autorità sanitaria locale e di Protezione civile, ha emesso l’ordinanza n.31/2012 “Disposizioni necessarie per assicurare la disciplina del servizio d’igiene urbana”. Si tratta di una sorta di testo unico locale in materia di raccolta e smaltimento rifiuti che rappresenta una regolamentazione chiara e comprensibile per i cittadini. Tra le novità introdotte si segnala la sanzione amministrativa pecuniaria da 25 a 500 euro, fatte salve le più gravi sanzioni disposte dal D.Lgs 152/06, per i trasgressori che non si atterranno a quanto stabilito nell’ordinanza. Cosa prevede in sintesi l’ordinanza. Per i rifiuti urbani domestici indifferenziati, il conferimento mediante i cassonetti stradali è possibile sino al mese di aprile prossimo esclusivamente dalle ore 18 alle ore 5, nel periodo estivo (maggio-settembre) dalle ore 19 alle ore 5, tutti i giorni tranne sabato e prefestivi. Gli utenti, dopo il corretto uso del cassonetto, ne dovranno assicurare la perfetta chiusura e in modo di evitare possibili e fastidiose esalazioni. Per imballaggi provenienti dalle attività commerciali è fatto obbligo assoluto ai piccoli esercizi commerciali di ripiegare e legare a fasci gli imballaggi (cartoni, involucri plastici ecc.) e depositare davanti il proprio esercizio nei seguenti giorni, dalle ore 8 alle ore 10: martedì cartone; mercoledì vetro e lattine; venerdì cartone; sabato vetro e lattine. I rifiuti urbani differenziati ( carta, plastica, vetro, lattine, farmaci scaduti ecc.) vanno conferiti negli appositi contenitori o campane dislocasti su tutto il territorio. Per quanto riguarda i cestini stradali devono essere utilizzati per depositarvi esclusivamente quei rifiuti che vengono prodotti da cittadini che percorrono le strade come scontrino per la spesa, carte di gelati, fazzolettini, pacchetti di sigarette ecc. L’ordinanza prevede inoltre una serie di sanzioni anche severe nel caso di inosservanza delle regole e specifici divieti per l’imbrattamento di luoghi pubblici, mancato smaltimento dei materiali provenienti da demolizioni ecc..

Pietro Lisacchi