mercoledì , Febbraio 24 2021

Per il maltempo ancora chiuse alcune strade provinciali

L’ondata di maltempo non ha risparmiato il territorio della provincia di Enna e già si contano i danni e i disagi soprattutto sulla viabilità, messa a dura prova dalle piogge che per tre giorni, non hanno lasciato tregua. Il personale della Viabilità e della Protezione civile della ex Provincia di Enna da giovedì a sabato, coadiuvati dall’ingegnere Alvano e dal geometra Ragonese, ha lavorato senza sosta, giorno e notte, per garantire gli interventi necessari a consentire la transitabilità delle arterie, la dove possibile.
Al momento risultano chiuse al transito veicolare la Sp 78, bivio Rastrello e bivio Ramata in direzione Barrafranca, la Sp 62 nel tratto Calderai e Mulinello e la Sp 32 che collega Cacchiamo con Calascibetta per la presenza nelle carreggiate di fanghi, pietre e detriti alluvionali.
Gli interventi tempestivi, messi in atto dal personale stradale, hanno consentito di garantire la percorribilità in molte altre arterie provinciali. Sono stati rimossi detriti e pietre sulle Sp 24 A, 24 B 71, 41 e 46 nel territorio di Centuripe così come sulla Agira Nicosia la Sp 18 e 21 sulla Sp 15 tratto Piazza Armerina Mirabella Imbaccari, e sulla Sp 16 e 36 in direzione Mazzarino.
Il personale della Protezione civile provinciale ha, inoltre, assicurato la vigilanza sull’attraversamento a valle della diga Morello con pattugliamenti posti lungo il ponte Pesaro nel territorio di Pietraperzia.