venerdì , Febbraio 26 2021

La democrazia è finita?

Un anno fa iniziava la sospensione dei diritti costituzionali in nome della salute, che non è stata garantita. Un anno fa iniziava il racconto dell’urgenza che è si è rivelato più importante dell’urgenza stessa. Un anno fa venivano chiuse scuole, strade e piazze per la paura del contagio che è diventata terrore delle varianti. E ora? Dopo un anno cos’è cambiato? Abbiamo assistito a abusi di potere di militi e poliziotti che arbitrariamente interpretavano Dpcm equivoci e alla trasformazione di sindaci in Walker Texas Ranger. Abbiamo chiesto chiarezza e ci è stato risposto TACI in nome della sicurezza e abbiamo visto aumentare l’esercito dei sacerdoti della politica incapaci di confronto e abili nel curtigghiu comaresco. A distanza di un anno è cambiato solo l’uomo al comando, ma tutto il resto è rimasto invariato: i politicanti mutano casacca e la critica al potere è sempre ritenuta eversiva. L’Italia diventerà una democratura? O lo è già.

Gabriella Grasso