lunedì , Maggio 16 2022

Sindaco Enna e on.Paolo Colianni intervengono su Liceo Linguistico Provinciale

Enna. Il primo cittadino, Paolo Garofalo, venuto a conoscenza di quando si sta venendo a determinare nel Liceo Linguistico “Abramo Lincoln” di Enna, e dei gravissimi disagi che l’utenza scolastica – in buona parte proveniente dalla Città di Enna – sta vivendo a seguito dell’impossibilità di procedere al reclutamento dei supplenti e di assicurare il regolare servizio. Con le disposizioni legislative viene compromesso il lavoro di alta professionalità che ha sempre caratterizzato il Liceo Linguistico “Abramo Lincoln”, tanto da farlo diventare negli anni un “fiore all’occhiello” della città e un sicuro punto di riferimento per la scelta degli alunni in uscita dalla scuola secondaria di primo grado giudica particolarmente grave la mancata assunzione in servizio dei docenti di religione cattolica previsto dalla normativa concordataria ritiene grave la mancata assegnazione delle ore per il sostegno agli alunni diversamente abili. In tal modo vengono vanificati i principi ispiratori della L.104/92 che garantisce il pieno rispetto della dignità umana alle persone diversamente abili e ne promuove la piena integrazione nella scuola e nella società. Conclude Paolo Garofalo: “Per quanto esposto, il Sindaco esprime vivissima preoccupazione in quanto talune conseguenze potrebbero determinare la perdita del diritto dell’esercizio della parità scolastica” e chiede “l’emanazione di disposizioni interpretative e in senso derogatorio della legge finanziaria 244/2007 da applicarsi alle scuole gestite dagli Enti Locali, in analogia a quanto previsto per le Scuole Statali, in ordine al conferimento degli incarichi a tempo determinato”. Infine il Sindaco si riserva per la parte di propria competenza di intraprendere tutte le azioni finalizzate alla valorizzazione e all’innalzamento della qualità del Servizio del Liceo Linguistico “Lincoln“ di Enna.

                         

Sulla questione Liceo Linguistico l’intervento del deputato regionale MPA, on Paolo Colianni:

           
“L’esistenza del liceo linguistico – dice il deputato regionale Paolo Colianni intervenendo sulla questione dei due licei provinciali Lincoln e King – non è minimamente messa in discussione. Il problema legato al decreto Tremonti in realtà è un falso problema, il documento del Miur parla chiaro in tal senso. La risposta dei due Ministeri non potrà che essere positiva e a questo punto è solo la lentezza burocratica unita a un eccesso di precauzione da parte del presidente della Provincia, a non consentire una risoluzione rapida della faccenda”. Sembra non avere dubbi il deputato Mpa che, scendendo in campo a difesa dei due licei che egli stesso definisce “un bene prezioso per il nostro territorio da salvaguardare in ogni modo sia nelle strutture, nella competenza e professionalità indiscussa dei docenti, che nella piena funzionalità”, annuncia di avere già chiesto al capogruppo Mpa alla Camera, Carmelo Lo Monte, di predisporre, a maggiore chiarimento, un’interrogazione come question time sul problema della deroga alla finanziaria anche per le scuole paritarie (oltre che per quelle statali). “Ho parlato con l’assessore Centorrino e chiederò agli altri parlamentari regionali di sostenere la piena equiparazione anche a livello regionale – continua Colianni che si dichiara al contempo favorevole a seguire la strada della statalizzazione delle due scuole “a garanzia di certezza e continuità – Infine chiederò al consiglio provinciale di anticipare in modo collegiale quella che sarà di sicuro la risposta positiva dei Ministeri”.

Sulla questione interviene anche il deputato regionale MPA, on Paolo Colianni: