venerdì , Maggio 7 2021

Tifosi sempre più numerosi nelle trasferte del Troina

Troina.  Nel girone C del campionato di Promozione il Troina, con 15 punti, è sempre in testa alla classifica, nonostante in pareggio esterno sul 2-2 nella partita della scorsa domenica con l’Aci San Filippo. Adesso la squadra inseguitrice, la Sp Viagrande, che ha battuto il Torregrotta per 0-3, è la seconda in classifica, con 14 punti, ad un punto di distanza dal Troina.Il fattore campo ha pesato sull’esito della partita disputata allo stadio comunale Nino Bottino di Aci San Filippo. Su un rettangolo di gioco in terra battuta, senza manto verde né in erba artificiale né in erba sintetica, la squadra che vuole impedire di vincere all’altra ritenuta migliore butta sempre in avanti la palla che, rimbalzando sul terreno duro, è difficilmente controllabile. E’ quello che ha fatto l’Aci San Filippo per impedire al Troina di aggiudicarsi l’intera posta di 3 punti. Il Troina è abituato a giocare su campi coperti da campi erbosi meno duri. “Non c’è dubbio che questo fattore ambientale quelli dell’Aci Sa Filippo l’hanno saputo cinicamente sfruttare rendendoci problematica l’impostazione di manovre offensive e di portarle alla conclusione”, ci ha detto Giuseppe Pagana, che ha manifestato la sua gratitudine ai quei 40 tifosi rossazzuri che, con il pullmino preso in affitto e con le loro auto, hanno raggiunto nel primo pomeriggio di domenica la loro squadra ad Aci San Filippo per sostenerla con il loro entusiasmo. “Voglio ringraziare tutti i tifosi a nome del gruppo per quello fanno per darci forza e coraggio”, ha aggiunto Pagana. Ad organizzare la tifoseria rossazzura in prima fila c’è Nino Plumari che si sta seriamente impegnando in questo compito: “ Ci stiamo costituendo in un fan club, che è un modo per stare insieme, socializzare, rompere la monotonia della vita che si conduce in paese e, soprattutto,  seguire la squadra anche quando gioca fuori casa”. Quanto sia importante fare sentire il sostegno dei tifosi alla loro squadra del cuore, quando questa gioca fuori casa, quelli del Troina l’hanno capito – come ci ha spiegato Nino Plumari –  nella partita Leonfortese-Troina vinta dal Troina per 1-2 per accedere ai sedicesimi della Coppa Italia. “Il Troina giocava a Leonforte dove a sostenerlo eravamo andati in tanti e lì abbiamo acquisito la consapevolezza di quanto sia importante per i nostri ragazzi sentirci vicini anche quando giocano fuori casa sul campo di gioco degli avversari ”, ci ha detto Plumari. Il fan club rossazzuro si finanzia con le risorse dei propri soci.                                                                                                                                

Silvano Privitera