mercoledì , Gennaio 20 2021

“Centuripe nel presepe”. La stella di stelle

E’ partita, la 3° edizione della manifestazione Centuripe nel presepe, promossa dall’Associazione Culturale New Sfera. Si tratta di una rassegna di presepi artistici allestiti nei vari rioni di Centuripe che vede coinvolti parrocchie, scuole, comitati di quartiere e iniziative individuali.
Il paese, dalla tipica conformazione a stella, è abbellito con migliaia di stelle illuminate acquistate volontariamente da tutti i cittadini creando un’atmosfera natalizia unica e spettacolare.
Nel 2007 l’Associazione New Sfera, nata proprio nello stesso anno con lo scopo di promuovere l’entroterra siciliano, stuzzicati dalla fantasia e dalla velleità di creare qualcosa di singolare e unico per il proprio paese, allestisce un presepe artistico all’interno del sito archeologico “Dogana”, mescolando religione, storia e tradizione. Il lavoro presentato ebbe un ottimo riscontro tra la popolazione e i turisti che, recatisi sul posto, rimasero meravigliati dalla spettacolarità del presepe inserito in quella cornice di età imperiale-romano. Visto il buon esito dell’iniziativa, l’anno successivo, New Sfera coinvolge anche la popolazione, proponendo lo stesso lavoro fatto dall’associazione. «Nel 2008 furono ben venti i presepi allestiti nei vari quartieri del paese cosicché si diede inizio alla manifestazione Centuripe nel Presepe», spiega il vice presidente di New Sfera, Giuseppe Russo.
Nel 2009 arriva la consacrazione: ben trentaquattro presepi preparati con cura e fantasia dai cittadini e l’ammirazione da parte dei visitatori e dei cultori dei presepi per i lavori realizzati.
«Novembre, notoriamente uno dei mesi più noiosi, è diventato per questo paese un periodo di dinamicità incredibile. In tutti rioni c’é frenesia e fervore nel preparare ciò che rappresenterà a breve l’orgoglio di ogni quartiere; ciò stimola una sana competizione», aggiunge il vice presidente.
Sono tanti i contesti in cui vengono intercalati i presepi: la chiesa Madre e il centro storico del paese, con le sue vecchie case e la banda che sfila nella grande piazza, riprodotti cercando di essere fedeli all’originale; e ancora, l’antica Roma con i suoi centurioni, dei simpatici senatori con addosso le loro vesti ufficiali mentre discutono tra loro, e gli artigiani davanti le loro botteghe.
Nota importante: nessun premio in palio; l’associazione, infatti, ha ritenuto che un eventuale merito conferito a uno dei presepi, creerebbe malumori che potrebbero essere controproducenti per il futuro. Altra precisione da parte del vice presidente, «Nessun comitato percepisce contributi di alcun genere, ogni installazione infatti è frutto dell’autotassazione dei partecipanti».
Luci, colori, melodie inoltre colpiscono i sensi di chi, percorrendo in lungo e largo le piccole viuzze del paese, assapora l’atmosfera natalizia e ammira con affezione e interesse i presepi creati dal lungo e paziente lavoro di coloro che hanno ritagliato un po’ del proprio tempo libero per dedicarsi alla realizzazione del presepe da esporre con soddisfazione e fierezza ai tanti visitatori.
Quest’anno la rassegna vede la partecipazione di ben trentasette presepi che saranno aperti al pubblico fino al prossimo 9 gennaio 2011.
Il programma, dell’amministrazione comunale, dall’8 dicembre al 9 gennaio, comprende molti altri eventi quali mostre fotografiche, recitazioni, musiche, mostre mercato, visite ai musei, convegni culturali e dal 10 dicembre al 5 gennaio le vie del centro storico ospiteranno una mostra mercato organizzata dal locale Centro commerciale naturale.
«Grazie alla collaborazione di tutti, associazioni e cittadini – dice l’assessore Giordana La Spina – siamo riusciti, senza rilevanti oneri per il Comune, a varare un ricco programma di manifestazioni natalizie».

Alessandra Cambria