martedì , Gennaio 19 2021

Centuripe: “Ottaviano Augusto, imperatore di Roma, ritorna a casa”

Celebrazioni per il 37° anniversario gemellaggio dei Comuni di Centuripe e Lanuvio e dei festeggiamenti in onore del Patrono di centuripe, San Prospero, l’inaugurazione dell’esposizione temporanea di reperti centuripini in prestito dal Museo Archeologico Regionale “A. Salinas” di Palermo, e delle Teste di Clodia Falconilla e di Augusto, in prestito dal Museo Archeologico Regionale “P. Orsi” di Siracusa. Riapertura della “Sala Minissi” con anteprima della mostra: ”Ellenismo e Centuripe”. Sarà presentato presso il cortile del Palazzo Municipale di Centuripe il volume “Impero di Roma e passato troiano nella società del II secolo Il punto di vista di una famiglia di Centuripe” dell’archeologo Rosario Patanè: L’opera ricostruisce i rapporti tra le due città in età imperiale attraverso la storia della famiglia centuripina dei Pompeii Falcones, proprietari di una villa dalle parti di Lanuvio, visitata dagli imperatori Antonino Pio e Marco Aurelio, all’origine delle fortune della città siciliana, a conclusione di una crescita che portò rappresentanti della città ad assumere ruoli importanti nella vita pubblica nell’Impero e a Roma. La storia dei rapporti tra le due città è tra le ragioni dei forti legami che uniscono oggi le due comunità. L’importanza di Centuripe nella storia dell’arte antica e la sua importanza nell’economia prima della Repubblica e poi dell’Impero sono ragione della fama che i prodotti ceramici ellenistici e la statuaria che decorava il complesso degli Augustales, monumento dedicato dalla famiglia dei Pompeii Falcones all’Imperatore, hanno acquistato sino a motivarne la presenza nei principali musei di tutto il mondo.
Nello stesso contesto si pone l’esposizione temporanea di reperti, in prestito dal Museo Archeologico Regionale “A. Salinas” di Palermo e di due teste monumentali del complesso degli Augustali, in prestito dal Museo Archeologico Regionale “P. Orsi” di Siracusa, che tende a ricostruire i contesti del patrimonio ceramico centuripino e l’unità dei monumenti celebrativi di età imperiale, opera della famiglia dei Pompeii Falcones, attraverso la ricomposizione della statua di Clodia Falconilla e la presentazione della testa di Augusto Imperatore.
Inoltre la presentazione del programma di scavi KENTORIPA 2011, che prevede una mostra di reperti ellenistici centuripini presso il museo di Lanuvio, con la pubblicazione di un catalogo e schede della mostra e di una “guida-favola” del museo di Centuripe; una mostra di reperti lanuvini a Centuripe; la successiva presentazione delle mostre sia in sede regionale che in musei che ospitano reperti Centuripini; la proposta del Museo interdisciplinare regionale “G. Alessi”, per la valorizzazione, la fruizione e la conoscenza del patrimonio culturale del territorio fisico e storico di Enna.

Il ritratto di Augusto mostra innegabili confronti con l’Augusto di Primaporta (musei Vaticani), anche se sono stati individuati altri elementi riconducibili a diversi tipi di ritratti del principe e si è infatti parlato di opera di stile eclettico da riportare alla maturità di Augusto. Gli occhi hanno dimensioni sensibilmente diverse, la testa doveva essere fortemente girata a destra, movimento che è confermato dai muscoli del collo. Scoperto a Centuripe nel 1938, anno dei festeggiamenti per il bimillenario augusteo.

Si racconta che i cittadini di Centuripe tentarono di impedire il trasporto al Museo di Siracusa bloccando le strade di accesso al paese.
Si può cominciare a pensare ad una copia realizzata nel II secolo. L’aspetto trasparente e saponoso del volto spinse il primo editore ad additare certe “esercitazioni” di incopetenti permesse nell’antiquarium di Centuripe”; ma a questo punto il problema va ripreso: l’aspetto eccessivamente levigato e trasparente del volto contrapposto alla massa più ruvida dei capelli, è proprio una caratteristica della scultura Adrianea. Si tratta di un elemento stilistico dell’epoca in cui questa testa è stata realizzata; le puntuali osservazioni iconografiche vanno quindi riferite al prototipo, al ritratto che è stato utilizzato come modello per l’Augusto da Centuripe, che deve essere invece una buona copia di II secolo.
La capigliatura è resa col sistema di tracciare il disegno generale delle ciocche, all’interno delle quali nella frangia, la parte più visibile, sono tracciate sottili incisioni. Interessanti osservazioni tecniche sono possibili nella parte posteriore della capigliatura, meno rifinita (chiaramente perchè non in vista): il modo di rendere le ciocche sull’occipite, dietro l’orecchio, richiama molto da vicino la testa del togato nonostante questa esibisca un’acconnciatura diversa.

“LE FESTE” IN ONORE DI SAN PROSPERO E SANTA ROSALIA
COMUNE DI CENTURIPE
Venerdì 16 – ore 18.00 Solenne processione di Santa Rosalia;
ore 21.00 Spettacolo d’intrattenimento “LA CORRIDA” P.zza Sciacca
Sabato 17 – ore 20.00 Processione delle Reliquie di San Prospero
Ore 20.00 Festa del Volontariato a cura dell’Ass. VOLONTARI PER CENTURIPE
ore 21.00 Concerto dell’associazione musicale
“Città di Centuripe” piazza Duomo
Domenica 18 – ore 10.00 Corteo cittadino partenza dal Baglio Comunale
ore 12,00 Solenne processione di San Prospero per le vie principali
ore 21,00 Compagnia Teatrale G.Falcone
Commedia Brillante in 3 atti di Alfio Bonanno
“Sfratti, baratti & cuntratti ” offerto dal C.C.N. “Corradino” piazza Duomo
Lunedì 19 – ore 9.30 Solenne processione di San Prospero per i quartieri
ore 16.00 -Museo Archeologico Regionale-Inaugurazione della Mostra temporanea
ore 17,30 – Baglio Comunale- 37° Gemellaggio Centuripe – Lanuvio
Presentazione della Campagna di Scavi “Kentoripa 2011”; Presentazione del Volume “Impero di Roma e passato troiano nella società del II secolo
Il punto di vista di una famiglia di Centuripe” dell’archeologo Rosario Patanè
ore 21,00 Spettacolo Musicale offerto dall’Assessorato Regionale al Turismo
Martedì 20 – dalle 08.00 alle 20.00 Tradizionale fiera di San Prospero
Ore 20.00 Associazione Koreya- Spettacolo di danza classica e moderna
Dal 19 Settembre al 16 Ottobre Kentoripa 11- Campagna di Scavi Archeologici