martedì , Gennaio 19 2021

Allo chef di Villarosa Carmelo Giocchino Alaimo le prestigiose insegne di appartenenza al “Collegium Cocorum”

Conferite allo chef villarosano Carmelo Giocchino Alaimo le prestigiose insegne di appartenenza al “Collegium Cocorum”della Fnc. Ad assegnare il riconoscimento è stata la Federazione nazionale dei cuochi, di cui Carmelo fa parte da 25 anni, che ogni anno individua chef che si sono distinti nella loro professione. In particolare, come si legge nella motivazione, il premio è stato attribuito ad Alaimo perché ha svolto la sua professione “con dignità e passione, capacità e impegno, onorando la cucina italiana e la grande famiglia delle Berrette Bianche, unite nelle Fic”. Il riconoscimento è stato consegnato in occasione del XXXI congresso regionale cuochi siciliani che si è svolto la settimana scorsa all’Hotel Villa Esperia di Palermo da parte del Team manager della nazionale cuochi, Fabio Tacchella, alla presenza del presidente regionale cuochi Salvatore Gambuza e del presidente provinciale di Enna Virginio Cammarata. Il collare del Collegium Cocorum è un traguardo ambito da molti chef, al quale Carmelo, che lavora in un noto hotel di Pergusa, è arrivato con il semplice impegno e la passione che mette in ogni piatto. “Un traguardo – ci dice con soddisfazione Carmelo– che sicuramente mi stimolerà sempre di più nella mia attività di chef, per la valorizzazione della tradizione gastronomica siciliana ed ennese in particolare. Giornalmente, cerco sempre qualcosa di nuovo. Svolgo il mio lavoro con tanto impegno, cerco sempre di tenermi informato. Diciamo che non sono uno che si culla sugli allori. Finora ho sempre fatto centro e spero proprio di continuare su questa strada. Questo riconoscimento mi dà anche tantissima responsabilità, dovrò cercare sempre più di dare il meglio di me stesso. Sono convinto di riuscirci, nella vita ho sempre superato momenti difficili e credo di essere all’altezza della situazione“.

Pietro Lisacchi


Nella foto da sinistra Salvatore Gambuzza, Virginio Cammarata, Fabio Tacchella, Giovanni Montemaggiore Carmelo Alaimo