domenica , Luglio 3 2022

Enna Calcio: Al Pian del Lago con il Trecastagni

Sarà ancora il Pian del Lago di Caltanissetta ad ospitare la gara “interna” dell’Enna Calcio chiamata a ricevere il Trecastagni nel match valido per la quindicesima del campionato d’Eccellenza. Ad obbligare la società gialloverde a cercarsi una casa è l’indisponibilità dello stadio “Gaeta”, ma anche l’ormai nota decisione dei dirigenti di trasferire il titolo ennese in quel di Caltanissetta dove nascerà la futura società Centro Sicilia.
La gara in programma verrà anticipata a domani con fischio d’inizio alle 14,40. Per i gialloverdi sarà un altro appuntamento tosto e, soprattutto, da vincere per mettere in cascina punti utili alla salvezza anche se nei giorni scorsi il dirigente Raffaele Ammendola ha detto che il risultato sportivo conta poco in questa fase rispetto a quello che è l’obiettivo di crescita del progetto. Parole che dal punto di vista “imprenditoriale” possono avere un senso, ma che sotto l’aspetto sportivo non convincono per nulla tifosi ed addetti ai lavori soprattutto perché del futuro non v’è certezza. Spesso in passato in casa Enna ci si è illusi da facili promesse e voli pindarici che non sono mai partiti.
Intanto il direttore generale Raffaele Ammendola continua nella sua opera di rafforzamento della squadra e nella ricerca di un tecnico a cui affidare la panchina gialloverde. Ad accelerare le operazioni di mercato è anche lo stato d’emergenza che si è venuto a creare in difesa dopo l’infortunio di Costantino, che si porta dietro un precedente stop, e di Giacalone che si è fatto male durante lo stage con la Rappresentativa.
Per oggi è in agenda l’incontro con un centrale che ha militato sia in Eccellenza che in serie D con team siciliani. Ma nel taccuino della società gialloverde ci sono anche un centrocampista ed un attaccante che Ammendola vorrebbe tesserare al più presto. Ma non sarà facile perché ci sono da limare notevole differenze tra offerta e domanda.
Altro capitolo riguarda l’allenatore ed in tal senso ieri sera il digì ha incontrato un tecnico del nisseno che pare avere molte chance per guidare gli ennesi.