domenica , Novembre 28 2021

Soppressione Tribunale Nicosia: Avvocati pronti a scendere in sciopero

Nicosia. Assemblea domattina degli avvocati del Tribunale di Nicosia dove sarà sottoposto un documento proposto dall’Avv. Salvatore Timpanaro e già sottoscritto da più di 100 avvocati del circondario.

Il testo integrale del documento:
vista la grave situazione relativa all’imminente soppressione del Tribunale di Nicosia e degli Uffici del Giudice di pace del circondario;
– considerato che la soppressione degli Uffici Giudiziari “di prossimità” comporterebbe gravi disfunzioni sul piano dell’efficienza del servizio-Giustizia e negative ripercussioni sulla sicurezza del territorio e conseguenze economiche e sociali disastrose per l’intero circondario;
– ritenuto che vada assicurata una “giustizia di prossimità”, rapida ed efficiente, al servizio del cittadino e conservato il Tribunale di Nicosia quale “presidio di legalità”; tenuto conto della geografia della zona nord della Provincia di Enna e del centro della Sicilia; tenuto conto delle peculiarità storiche, geografiche ed economiche del territorio; della situazione della viabilità; nonché dei “desiderata” delle stesse popolazioni interessate;
proclamano
lo stato di agitazione permanente e, nell’immediato, salvo ulteriori iniziative di lotta, l’astensione dalle udienze civili e penali nel rispetto del Codice di autoregolamentazione che disciplina le modalità dell’astensione collettiva dall’attività giudiziaria degli avvocati;
indicono
una manifestazione di protesta in concomitanza con la Cerimonia di Inaugurazione dell’anno giudiziario presso la Corte di Appello di Caltanissetta per il 28 gennaio 2012, impegnando il COA e tutti i Colleghi a partecipare in toga alla predetta manifestazione e richiedendo ai Sindaci ed ai Presidenti dei Consigli Comunali del Circondario di intervenire alla manifestazione muniti della fascia e portando i Gonfaloni dei rispettivi Comuni;
deliberano
di confermare, con votazione a scrutinio palese, il Consiglio dell’Ordine uscente ed il suo Presidente, impegnandoli a portare avanti la battaglia per il mantenimento del Tribunale di Nicosia e degli uffici del Giudice di pace del circondario.