venerdì , Gennaio 22 2021

Catenanuova. Rappresentazione della Passione vivente

La Passione vivente di Catenanuova, diventa un punto centrale dell’impegno cattolico della comunità e la domenica delle Palme, ben 200 figuranti, subito dopo la messa hanno dato vita alla manifestazione giunta alla settima edizione. Una processione emotivamente coinvolgente è iniziata dalla chiesa madre di Piazza Municipio per portarsi lungo via Principe Umberto e scegliendo come proscenio conclusivo il terreno di gioco del “Gaetano Di Benedetto”, di fronte ad una tribuna stipata all’inverosimile di fedeli plaudenti. Fra le varie tappe, in piazza Municipio, il battesimo di Gesù, la scena dell’adultera, mentre nel campo di calcio è stato rappresentato l’ingresso a Gerusalemme, Gesù nel tempio, l’Ultima cena, il Sinedrio, L’orto degli ulivi, la Flagellazione, Via Crucis, Crocifissione, Sepoltura e Resurrezione.
L’accompagnamento musicale alla processione è stato curato da figuranti di Monterosso Almo con le trombe egiziane e dal gruppo “La vecchia Esattoria” (Pippo Corallo, Gabriele Di Fini, Mimmo Privitera, Giulio Cozzolino, Salvo Sicurella, Domenico Di Leo, Nunzio Sirna).

A coordinare l’avvenimento, Antonietta Biondi. Interpreti: Alessandro Passalacqua (Gesù), Alida Gradinaru( Madonna), Marco Di Fini (Pilato), Agostino Mirabella (Caifa), Paolo Scaffidi (Barabba), Silvia Calì(Maddalena), Sabrina Greco (Veronica), Di Natale (Quintilio), Gaetano Zingale( (Giuda). Al termine, il giusto riconoscimento da parte dei fedeli che hanno applaudito, invitando protagonisti e comparse a continuare per non disperdere in futuro questo esempio di cristianità e di storia cattolica.

Carmelo Di Marco