mercoledì , Gennaio 20 2021

Agira, Giardina denuncia mancata predisposizione bilancio previsione e fallimenti amministrazione

Agira. «Siamo già a metà giugno e ancora l’amministrazione non ha predisposto il bilancio di previsione. E’ l’ennesima dimostrazione del fatto che i primi due anni del sindaco e della sua Giunta sono stati disastrosi». A dirlo è il consigliere di opposizione Mario Giardina che denuncia una pericolosa situazione di stallo amministrativo che potrebbe pregiudicare anche dei servizi essenziali come l’assistenza domiciliare agli anziani. Servono infatti 100mila euro per rinnovare fino a fine dicembre il contratto alla cooperativa Enea che scade il prossimo 30 giugno ma l’amministrazione non ha ancora trovato le somme necessarie:«comprendiamo le difficoltà di chi governa perché deve far fronte ai tagli ai trasferimenti statali –dice Giardina- ma si potevano predisporre i progetti in anticipo per non trovarsi poi impreparati, inoltre si dovevano sfruttare meglio le possibilità offerte dalla legge 328». L’esponente del gruppo consiliare “Uniti per Agira” si sofferma anche sul problema viabilità visto che il traffico è sempre nel caos soprattutto nella centrale piazza Garibaldi, sui disagi legati alla mancata pulizia delle strade dalle erbacce, molto sentito dalla gente visto i diffusi disturbi allergici ma anche sui disservizi idrici che hanno interessato la comunità agirina per più di una settimana: «sappiamo che la gestione è di Acquaenna –afferma- però un’amministrazione seria dovrebbe sollecitare l’azienda a sveltire le procedure per risolvere i guasti e a comunicare tempestivamente i turni di erogazione». Il consigliere di opposizione parla anche di turismo denunciando la mancata apertura dell’info point comunale presso il Sicilia Outlet Village e l’assenza di strategie per portare visitatori ad Agira: «se perdiamo queste occasioni di sviluppo –conclude- sarà difficile trattenere i pochi giovani che hanno intenzione di restare nei nostri piccoli centri».

Luca Capuano