mercoledì , Aprile 14 2021

Regalbuto. Giovane rumena la sera di Natale accoltella il convivente, arrestata dopo che si era data alla fuga

Nella giornata di oggi 26 dicembre, verso le ore due, i Carabinieri della Stazione di Regalbuto, unitamente a militari dell’Aliquota Operativa della Compagnia di Nicosia hanno eseguito fermo di indiziato di delitto nei confronti di Podoleanu Anca (nella foto) classe 1987, cittadina romena, residente in Regalbuto, convivente, operaia, incensurata, ritenuta responsabile di omicidio aggravato. I militari infatti, verso le ore 17:30 del 25 dicembre intervenivano presso l’abitazione di Petrea Constantin, cittadino romeno, classe 1977, residente a Regalbuto, disoccupato, incensurato, convivente della Podoleanu, il quale era stato poco prima soccorso da personale 118 e trasportato presso ospedale Cannizzaro di Catania, presentando evidenti ferite da arma da taglio al torace. I militari operanti ponevano in essere immediate e complesse indagini che permettevano di acclarare che nella serata del 24 dicembre, per futili motivi, la Podoleanu, presso l’abitazione di Regalbuto, dopo aver impugnato un coltello a serramanico, sferrava numerosi fendenti all’indirizzo del Petrea, colpendolo più volte al torace. La Podoleanu, dopo l’insano gesto, si dava alla fuga per le vie del centro abitato di Regalbuto. Il Petrea, visitato da personale medico veniva riscontrato affetto da “ferite lacero contuse plurime al torace, avambraccio dx e gluteo sx” e ricoverato in prognosi riservata. Grazie al sopralluogo effettuato dai militari della Compagnia di Nicosia presso l’abitazione del Petrea, veniva rinvenuto il coltello utilizzato, posto sotto sequestro. La Podoleanu veniva rintracciata nel centro abitato di Regalbuto nella serata di ieri. Questa, espletate le formalità di rito, veniva associata presso la casa circondariale di Enna, così come disposto dalla Procura di Nicosia.