giovedì , Gennaio 28 2021

Calascibetta. Concerto di fine anno con cinquanta musicisti alla regia cappella Palatina

Calascibetta. Le musiche della famiglia Johann Strauss, ma anche di compositori come Tchaikovsky, Larry Clark e Jan Van der Roost sono state proposte in maniera eccellente dai cinquanta musicisti del Complesso Bandistico Moysa di Calascibetta, presieduto da Carmelo Ricca, di cui fanno anche parte suonatori di altri paesi dell’ennese. A fare da cornice all’evento musicale di fine anno la splendida Regia Cappella Palatina fatta innalzare, nel 1340, dal re Pietro II d’Aragona. Un’ora di concerto, diretto a regola d’arte dal maestro Salvatore Vigneri, che ha entusiasmato i presenti. La risposta finale del pubblico è stata la standing ovation. Ad apprezzare i brani anche le autorità presenti in chiesa, dal sindaco Piero Capizzi, all’assessore al Bilancio, Maria Piera Buscemi, a quello alla Cultura Rosario Benvenuto, che lo ha definito: “Un ottimo concerto a coronamento di un anno speso dal comune xibetano anche per la cultura”. A rappresentare il Consesso civico il presidente Tonino Messina e alcuni consiglieri comunali. Tra le autorità presenti anche il comandante della Compagnia dell’Arma di Enna, capitano Luca Ciabocco. Ritornando al concerto, coinvolgente, come da prassi, è stata la “Radetzky–Marsch” (Marcia di Radetzky), con il pubblico che, seguendo il tempo scandito dal direttore dell’orchestra, ha accompagnato con il battito delle mani le note dell’imponente opera musicale di Jahann Strauss. In precedenza erano state le celebri note del valzer “Sul bel Danubio blu” a suscitare l’applauso di un attento e composto pubblico. A chiudere il concerto, presentato da una elegante Francesca Savoca, le note del Can-Can. Insomma un appuntamento all’insegna dell’affascinante e raffinato mondo della musica classica che ha visto protagonisti gli orchestrali del Complesso Bandistico Moysa.
Francesco Librizzi