lunedì , Gennaio 18 2021

Enna. Autorizzato l’impianto di Gagliano per la selezione ed il recupero dei rifiuti

E’ arrivata, dopo anni di attesa, l’autorizzazione alla società EnnaEuno (Ato Rifiuti) in liquidazione, con sede legale nel comune di Enna, per la gestione del centro intercomunale per la selezione ed il recupero di rifiuti urbani, che è stato realizzato a Galiano e che non è stato mai messo in esercizio. Il relativo decreto è stato firmato alla fine di novembre dal dirigente del servizio 7 – Autorizzazioni – del dipartimento regionale dell’acqua e dei rifiuti, che ha concesso alla società EnnaEuno l’autorizzazione unica alla gestione del centro intercomunale per il recupero dei rifiuti urbani provenienti dalla raccolta differenziata, che è stato realizzato sito in contrada Mongimino nel territorio comunale di Gagliano Castelferrato, per svolgere operazioni di selezione dei rifiuti per 2500 famiglie di Gagliano ed Agira, con la possibilità,in una fase successiva, coinvolgere altri comuni del territorio provinciale, che si trovano vicino all’impianto. Una volta ottenuta l’autorizzazione c’è da mettere in sicurezza e soprattutto in piena efficienza tutto l’impianto, in quanto lo stesso, dopo essere stato realizzato (circa tre anni ) fa non è stato mai utilizzato, ed inoltre c’è da distribuire alle famiglie tutti i mobiletti che consentono la selezione dei rifiuti, che poi verranno raccolti dagli autocompattatori e trasportati nell’impianto, il cui accesso è stato sicuramente migliorato. L’entrata in funzione di questo impianto consentirà sicuramente di migliorare la situazione della raccolta differenziata in provincia di Enna, nel contempo diminuirà in maniera sostanziale l’abbancamento dei rifiuti nelle discariche fuori provincia, visto che la discarica di Cozzo Vuturo continua a rimanere chiusa, ed addirittura potrebbero sorgere delle piccole imprese locali per lo smaltimento dei rifiuti selezionati come la plastica, l’allumino, il vetro, la carta. Allo stato attuale l’impianto, che è modulare e quindi in grado di essere ampliato, potrà essere utilizzato per accogliere i rifiuti di 2500 famiglie e, quindi, vedere coinvolti i comuni di Gagliano ed Agira, ma subito dopo la messa in esercizio, potrebbe essere possibile inserire altri comuni e quelli più vicino a Gagliano sono Troina, Cerami e Nicosia e questo potrebbe migliorare la situazione dei rifiuti in provincia di Enna, in quanto migliorerebbe ed in maniera considerevole la raccolta differenziata, che attualmente, in tutta la provincia non ha percentuali alte. Questo comporterebbe indubbiamente dei benefici ai comuni e agli utenti perché diminuirebbero le spese di gestione.