mercoledì , Gennaio 27 2021

Pietraperzia investe sui giovani per la valorizzazione del territorio

Pietraperzia. “Creare e rafforzare le microimprese in settori extra-agricoli quali quello agroalimentare, dell’artigianato, del commercio e dei servizi, fortemente collegati alla produzione primaria e al territorio”. Con questa affermazione l’assessore al territorio e ambiente di Pietraperzia ing. Francesca Calì (nella foto) dimostra il proprio impegno costante e quotidiano nell’incentivazione all’investimento nel territorio pietrino, e continua: “E’ importante puntare sulla microimpresa e sulle nuove forme di imprenditorialità per la creazione di nuovi posti di lavoro e per il consolidamento dell’occupazione, favorendo anche l’ingresso di donne e giovani nel mercato del lavoro, ottenendo nel contempo il mantenimento della popolazione rurale attiva; per favorire tali indirizzi il Comune di Pietraperzia e il GAL Rocca di Cerere organizzano un incontro informativo presso il Convento S.Maria di Gesù – Sala conferenze frate Dionigi, giovedì 17 c.m., alle ore 19,00, per la promozione e divulgazione delle opportunità offerte dai bandi PSR 2007-2013 che scadranno il 12 febbraio. All’incontro è importante la presenza massiccia di tutti gli operatori locali, sia legati all’agricoltura, sia al turismo, ma soprattutto mi auspico la presenza di molti giovani che, con spirito imprenditoriale, vogliono investire in un territorio con così tante potenzialità; basti pensare alle aree archeologiche, alla vastità di prodotti titpici dell’agricoltura e all’innata capacità di accoglienza che caratterizza il popolo pietrino”. Con i bandi che verranno trattati nell’incontro formativo, possono ottenere contributi tutti i beneficiari che risiedono o svolgono la loro attività nell’area del PSL Rocca di Cerere, e quindi nel comune di Pietraperzia.
“Si va dagli aiuti della Misura 312 “Sostegno alla creazione e allo sviluppo di micro-imprese” – che si rivolge alle microimprese (artigiane, commerciali e imprese di servizi) che intendano svolgere attività di trasformazione e commercializzazione artigianale dei prodotti tipici o attività nel settore dei servizi e nel settore del commercio, con priorità per la commercializzazione di prodotti tipici locali e più in generale al rafforzamento dell’offerta turistica in chiave rurale, quindi attività di bed and breakfast. Agli aiuti destinati agli Enti locali territoriali ed alle associazioni senza scopo di lucro per la misura Misura 313 “Incentivazione di attività turistiche” con la quale è possibile realizzare infrastrutture a supporto degli itinerari rurali e reti qualificate di servizi turistici per la valorizzazione dell’itinerario rurale Rocca di Cerere inteso come percorso fisico integrato di fruizione delle risorse ambientali, paesaggistiche, tradizionali, culturali e alimentari.” Continua l’assessore Francesca Calì “Sono previsti aiuti anche per la Misura 323 “Tutela e riqualificazione del patrimonio rurale”, con cui sia i soggetti privati che i soggetti pubblici possono presentare progetti volti al recupero del patrimonio rurale, nei suoi vari elementi costitutivi, quale aspetto fondamentale dell’identità culturale e della testimonianza dell’economia rurale tradizionale per migliorarne l’attrattività nei confronti delle popolazioni residenti, dei visitatori e dei turisti.”. La dotazione complessiva degli aiuti è di circa €. 3.200.000,00.
Conclude l’assessore Francesca Calì: “E’ importante riscoprire e valorizzare le risorse di un territorio vasto e, a volte, poco conosciuto, come quello pietrino, riconsiderandolo come un distretto dalle attività multisettoriali e assumendolo come punto centrale con la sua identità storico-artistica unita in stretto rapporto con la realtà museale presente nel territorio e il paesaggio. A questo basta aggiungere le attività agricole, agroalimentari, di accoglienza e del benessere, settori nodali e capaci di illuminare il resto delle attività produttive e l’immagine riconosciuta della comunità pietrina”.