martedì , Gennaio 19 2021

Pietraperzia. Grande risultato per l’assemblea cittadina organizzata dai giovani di Polites

Pietraperzia. Finalmente un‘assemblea pubblica cittadina a Pietraperzia. Da parecchi anni che non si verificava qualcosa del genere ma domenica 13 gennaio i giovani di Polites ci sono riusciti organizzando un’ assemblea pubblica aperta a tutti cittadini.
Polìtes è un Circolo d’opinione nato nel febbraio 2008, con l’intento di monitorare la situazione sociale e politica di Pietraperzia e dintorni. Formato da circa 15 componenti tra cui giovani, laureati e professionisti. I soci fondatori sono: Antonio Bevilacqua, Sebastiano Salerno, Filippo Bevilacqua e Calogero Falzone.
Il circolo svolge un’intensa campagna di trasparenza sulle attività dell’amministrazione comunale attraverso lettere, affissioni pubbliche in piazza, incontri con associazioni ecc, con l’obbiettivo di coinvolgere tutta la popolazione nella vita amministrativa.
Nell’assemblea di domenica sono stati trattati i seguenti punti: abbonamenti pendolari, rimborso metano, sviluppo economico e giovani, agricoltura, artigianato, rifiuti, acqua, e trasparenza.
All’assemblea hanno partecipato circa 100 pietrini alcuni dei quali hanno partecipato attivamente. L’assemblea è durata circa 2 ore, erano stati invitati il sindaco, tutta l’amministrazione comunale e il consiglio comunale. Non si è presentato nessuno tranne il consigliere di minoranza Franco Di Calogero.
I lavori sono stati aperti da Antonio Bevilacqua che ha presentato il circolo Polites introducendo i primi 2 temi della serata: il rimborso metano e la questione della Biblioteca comunale.
Per quando riguarda il rimborso metano sono state riportate le parole del Sindaco (uscite in un articolo di giornale), dicendo che mancano 18 giorni alla data del rimborso delle spese di allacciamento del metano, mentre per quando riguardano i problemi legati alla questione Biblioteca è stato detto che per problemi economici, la Biblioteca comunale con sede in Piazza V. Emanuele, si voleva spostare in una sede comunale (delegazione comunale oppure la scuola media) poiché il luogo dove è adesso è in affitto, e il comune non può sostenere le spese. La proposta che presenta Polites è quella di spostare la sede in modo che il comune risparmierebbe oneri, ma nello stesso tempo di lasciare al Biblioteca in Piazza spostandola nel Convento di Santa Maria magari potenziando il servizio assumendo nuovo personale.
A seguito Davide Tumminelli ha parlato dei problemi degli studenti pendolari in particolare ha illustrato tutti i problemi riguardo la tratta Pietraperzia-Caltanissetta. I problemi sono molteplici, come ad esempio mancanza di abbonamenti (Per il mese di Gennaio si potrà ritirare l’abbonamento giorno 21 Gennaio), servizio scadente.
Poi la parola è passata a Domenico Paci che ha parlato di Sviluppo Economico dicendo che le industrie a Pietraperzia sono un sogno impossibile in quando non ci sono i requisiti minimi per far sviluppare su un’ industria.
Domenico ha evidenziato i problemi sociali pietrini più evidenti che sono le strade, i rifiuti urbani e i furti. Il vero patrimonio economico che ha Pietraperzia è il turismo che deve essere valorizzato al meglio!
A seguire Rocco Miccichè ha parlato di Sviluppo Economico/Giovani mostrando alcuni esempi di città che valorizzano i giovani e le risorse che il paese propone. Quindi Rocco propone di valorizzare al meglio i giovani e le loro iniziative a tal proposito ha presentato la nuova web radio pietrina.
Successivamente Rocco parla del settore agricolo definendolo il motore economico del paese. L’agricoltura e i suoi frutti posso essere valorizzati su internet mettendoli a disposizione del mondo intero. Senza internet e l’informatica non si va da nessuna parte.
Continuando Vincenzo Buttiglieri ha esposto uno dei problemi più critici della nostra società, che è quello legato all’artigianato. In paese ancora resistono con grande sofferenza le imprese artigiane, ma se non si farà qualcosa per migliorare la situazione pian piano la crisi divorerà e farà scomparire anche questa grande risorsa del paese.
Appena finisce Vincenzo Filippo Bevilacqua inizia a parlare di due problemi molto sentiti daòlla cittadinanza: rifiuti/acqua. La raccolta dei rifiuti in paese viene effettuata dall’ATO Enna la quale non propone un servizio dignitoso e molto costoso; A quando pare con la nuova legge regionale la gestione dei rifiuti dovrebbe ritornale di nuovo in mano ai comuni, dando così più lavoro e facendo girare l’economia legata a questo settore all’interno del paese. Le proposte sono di approvare un piano di raccolta differenziata dei rifiuti, e potenziare il servizio tale da renderlo dignitoso per Pietraperzia. Da sottolineare il lungo intervento di Pippo Bruno, presidente di Assoconsumatori, esperto in materia di rifiuti e acqua, il quale ha ricostruito tutta la vicenda dei rifiuti in provincia di Enna.
Infine Emanuele Ciulla ha illustrato la proposta del M5S di Pietraperzia per di riprende gratuitamente i consigli comunali.
Alla fine dell’assemblea molti hanno commentato positivamente i lavori dell’assemblea soprattutto è stato notato che all’assemblea pubblica non si è visto nessun rappresentante dell’amministrazione comunale (tranne uno), pochi dei rappresentanti dei partiti politici, tantomeno i più importanti attivisti politici pietrini. I giovani attivisti hanno potuto dimostrare il loro impegno e la loro preparazione su argomenti e problemi riguardanti la comunità.
Una occasione sprecata dai nostri politici per essere vicini alla popolazione che sempre di più, specie tra i giovani si allontana dalla vita del Comune. Una occasione sprecata anche dai giovani che hanno perso l’occasione per conoscere da vicino problemi e tematiche che sempre di più li riguarderanno nel futuro.