martedì , Dicembre 6 2022

Calcio a 5. Bilancio positivo per la Miceli Argyrium

Agira. La Miceli Arredamenti Argyrium ha oltrepassato sicuramente con una sufficienza piena il trittico terribile che l’ha posta di fronte, nelle ultime tre giornate del campionato di serie C2 di calcio a 5, alle prime tre della classe: Città di Leonforte, Athena Agrigento e Atletico Campobello.
Una vittoria, un pareggio ed una sconfitta di misura: questo il bilancio, tutto sommato positivo, per gli uomini del presidente allenatore Franco Pagano che ora potranno andare da qui alla fine senza verso il loro obiettivo senza la preoccupazione di dover incontrare altre corazzate.
«E’ sicuramente importante aver fatto bene contro le prime tre – conferma Pagano – ma ciò non significa che da adesso in poi ad attenderci ci saranno solo passeggiate. Incontreremo squadre che dovranno salvarsi, squadre che vorranno arrivare ai play off e dovremo continuare a giocare con questo carattere per salvarci al più presto senza patemi d’animo».
Intanto, sabato scoro è finito in parità, 3-3, così come già accaduto all’andata (allora fu 2-2), il derby contro la capolista Città di Leonforte.
Al PalaUrselluzzo, praticamente esaurito in ogni ordine di posto per quello che per i tifosi è spesso definito il match dell’anno, tutto è accaduto nella ripresa, visto che i primi trenta minuti, seppur ricchi di emozioni, di occasioni da rete e di foga agonistica, si sono chiusi con l’insolito (per il calcio a 5) punteggio di 0-0.
La ripresa: i cannonieri più anziani delle due squadre sbloccano il match: Orazio Saraniti a segno per i padroni di casa, con l’immediata replica del capitano del team leonfortese, Luca Ipsale. Il risultato di 1-1 dura fino a poco più di 5 minuti dal termine, lasso di tempo in cui accade praticamente di tutto: il Città di Leonforte passa in vantaggio con La Malfa, ma il più giovane dei fratelli Di Gaudio, Pierangelo, pareggia appena pochi istanti dopo con una zampata da vero e proprio centravanti.
Il PalaUrselluzzo diventa una bolgia al 58′, quando Orazio Ingarao, con un sinistro da fuori mette la palla dove Iraci non può arrivare regalando il 3-2 ai padroni di casa. La rimonta sembra completata e i tre punti vicini, ma proprio in extremis, in zona Cesarini, è ancora La Malfa a infilare Gritti e a regalare il definitivo 3-3 al Città di Leonforte.
Da sottolineare la standing ovation del numeroso pubblico presente, in segno di apprezzamento per lo spettacolo regalato dalle due squadre, al triplice fischio dell’arbitro. Un gesto che fa bene allo sport.
Intanto, quando mancano 8 giornate al termine della regular season, la Miceli Arredamenti Argyrium si trova a quota 24, esattamente a metà tra la zona play off e quella play out, entrambe distanti 5 punti.
Emanuele Parisi