lunedì , Ottobre 3 2022

Obiettivo salvezza per l’AgiraNissoria

Agira. L’AgiraNissoria racimola un punto prezioso, in ottica salvezza, in quel di Fiumefreddo. Pur priva di tre pedine importanti quali capitan Garofalo, Ingarao e Muscolino, la squadra allenata da Lorenzo Macchione ha giocato una gran bella gara contro l’ostica Fiumefreddese, creando diverse palle gol, purtroppo non concretizzate, e riuscendo nello stesso tempo ad arginare gli attacchi dei padroni di casa, che viaggiano nella parte medio alta della classifica del campionato di calcio di Promozione. «Abbiamo messo in campo tutta la nostra grinta contro un avversario di valore – ha detto a fine gara Vincenzo Scardilli, capitano quando manca Garofalo – riuscendo a portare a casa un pareggio che potrà rivelarsi molto importante. Peccato per le occasioni sprecate, ma anche la Fiumefreddese ha avuto la chance per conquistare l’intera posta in palio. Il pari è stato giusto».
Vista la contemporanea sconfitta di Nicosia e Real Santa Venerina, l’AgiraNissoria del presidente Filippo Sgarlata sale a quota 24 in classifica, a braccetto con il Riviera dello Stretto, e può adesso vantare 8 punti di vantaggio sulle due inseguitrici e persino una gara in meno rispetto agli etnei, chiamati a un gran finale di regular season per provare a disputare gli spareggi per non retrocedere. Nel prossimo match di campionato, l’AgiraNissoria tornerà a giocare in casa e lo farà contro la Real Belpassese, squadra in piena lotta per la qualificazione ai play off. «Non possiamo guardare la classifica altrui – afferma Vincenzo Scardilli – dobbiamo pensare a fare il maggior numero di punti da qui a fine regular season per conquistare la salvezza diretta». A Scardilli fa eco il presidente giallorosso: «I ragazzi hanno disputato ancora una volta una partita di grande livello – ha detto Sgarlata – dimostrando di meritare la permanenza in Promozione».
Emanuele Parisi