mercoledì , Luglio 28 2021

Arrestato pregiudicato a Barrafranca colpevole di spaccio, detenzione illegale di arma nonché ricettazione

I militari dell’Arma alle prime luci dell’alba, in ottemperanza dell’ordine di carcerazione nr. SIEP 4/2013, emesso dalla Procura della Repubblica – ufficio esecuzioni penali – del Tribunale di Enna, hanno tratto in arresto Paternò Salvatore, 56enne nato e residente a Barrafranca, celibe, disoccupato, pluripregiudicato.
Il Paternò, riconosciuto definitivamente colpevole dei reati di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti, detenzione illegale di arma da fuoco e munizioni nonché ricettazione, è stato condannato alla pena di quattro anni e mesi uno di reclusione ed al pagamento di euro diciottomila di multa. La condanna scaturisce dall’indagine effettuata nel mese di maggio del 2011 dai militari della Stazione di Barrafranca che, dopo una settimana di indagini classiche consistite in osservazione e pedinamenti, fecero irruzione nella casa del Paternò e, a seguito di accurata perquisizione, trovarono una pistola con matricola abrasa, una baionetta militare ed un coltello a scatto; grammi 104 di cocaina purissima ed una bustina in plastica contenente grammi 48,3 di procaina, il tutto debitamente occultati da mandorle sbucciate.
I Carabinieri ritrovarono in una busta anche un’altra pistola revolver cal. 38 special con matricola abrasa e, nella stessa busta dove era contenuta l’arma, nr. 49 cartucce per pistola e nr. 23 cartucce per fucile cal. 12 caricate a pallettoni.
Salvatore Paternò , espletate le formalità di rito, è stato accompagnato presso la casa circondariale di Enna.