giovedì , Gennaio 21 2021

Piero Capizzi ha presentato la lista dei candidati a Calascibetta e Cacchiamo

Calascibetta. Domenica scorsa l’incontro con la comunità di Cacchiamo, circa 200 persone, rivelatasi cinque anni fa determinante per il successo elettorale, lunedì invece il confronto con la città di Calascibetta. È iniziata con queste due tappe la campagna elettorale del primo cittadino Piero Capizzi. Il suo è stato un intervento dai toni pacati, interrotto più volte dagli applausi dei sostenitori che riempivano la sala del sodalizio San Pietro. Il sindaco uscente, affiancato dal sindacalista della Uil Vincenzo Savarino, uno dei protagonisti del suo successo, ha ricordato alcuni lavori realizzati in questi cinque anni. Dalla raccolta differenziata porta a porta “va ampliata nelle zone extraurbane”, ha detto, agli impianti fotovoltaici per garantire l’autonomia energetica dei principali edifici comunali, al “notevole lavoro svolto nell’ambito dei beni culturali, grazie all’assessore Rosario Benvenuto”. Il sindaco si è anche soffermato sui lavori che inizieranno a breve e riguarderanno la realizzazione in contrada Pianolonguillo di una struttura sportiva al coperto. E per il futuro? “Tra i punti del programma c’è la netta volontà – ha detto- di continuare a valorizzare il patrimonio storico, monumentale e archeologico, realizzare delle piste ciclo-pedonali nei pressi del campo sportivo e potenziare l’assistenza domiciliare per gli anziani”. Una serata iniziata con l’intervento di Mario Capizzi: ”Non si può che votare l’uscente Piero Capizzi, leggendo quello che è stato fatto in questi cinque anni”. A sostegno del sindaco anche Totò Puglisi, persona saggia e d’esperienza politica, Carmelo Buscemi (Megafono), Mario Colianni e il cislino Giuseppe Cavallaro. Insomma il primo cittadino punta alla riconferma. Cosa mai riuscita a nessuno.
Francesco Librizzi