mercoledì , Gennaio 20 2021

Scolaresca di Agira in visita al comando Carabinieri di Enna

Enna., L’Associazione Antiracket e Antiusura “Falcone e Borsellino” di Leonforte presieduta da Laneri Santo, tra le tante iniziative finalizzare al progetto per la “Cultura della legalità”, nella mattinata di ieri ha organizzato una visita presso il Comando Provinciale Carabinieri di Enna. Oltre cento bambini di 5^ elementare dell’Istituto Comprensivo “Diodoro Siculo” di Agira, accompagnati dagli insegnanti Adriana Musumeci, Melania Ricca, Luisella Giacone, Lucia La Ferrera, Antonella Maione, Concetta Ruberto, Paolo Calabrese e Mario Cuccia, unitamente alle coordinatrici del progetto Oriana Timpanaro e Angela Di Fazio, a bordo di due autobus, si sono recati presso la Caserma di via Montesalvo. I bambini, con indosso i cappellini dai colori verde, bianco e rosso, dopo aver intonato l’Inno di Mameli per la cerimonia dell’alzabandiera, suddivisi a gruppi, hanno avuto modo di conoscere alcuni dei Reparti dell’Arma dei Carabinieri: si sono recati dapprima presso la Centrale Operativa, centro propulsore dell’Istituzione a livello provinciale, dove il Comandante Luogotenente Nasca ha illustrato non solo le strumentazioni a disposizione, ma soprattutto l’importanza del “112”, utenza d’emergenza Europea, poi hanno fatto accesso nei locali della Sezione Investigazioni Scientifiche diretta dal Luogotenente Spinò, dove personale esperto in materia ha delineato i compiti del Reparto, facendo visionare la sala per il foto-segnalamento, gli avanzati apparati in dotazione ed il mezzo specializzato per i sopralluoghi e gli interventi sulla scena criminis. Gli alunni, poi, nello spiazzale antistante la caserma, hanno avuto modo di constatare i compiti dell’Aliquota Radiomobile, comandata dal Maresciallo Aiutante Russo, il quale ha accattivato l’attenzione dei bambini illustrando i mezzi a disposizione quali l’autoradio Alfa 159 e la Bmw 850 con tutte le strumentazioni di bordo. I bambini hanno provato così l’ebbrezza di salire sull’auto e sulla moto dei Carabinieri, hanno avuto modo di sentire da vicino suonare la sirena, indossare un giubbotto antiproiettile e provare addirittura in diretta una conversazione radio con la Centrale. Ad accogliere la scolaresca in aula briefing per la presentazione del video istituzionale sono stati il Comandante del NORM, Tenente Zangla e della Stazione di Agira, Maresciallo Capo Piazza. La lezione, strutturata in maniera interattiva, ha stimolato negli studenti tante curiosità, alle quali i Carabinieri hanno dato risposte esaurienti e mirate. Sono state tantissime le foto che gli alunni e le maestre hanno scattato, poi sicuramente oggetto di discussione in classe. I docenti, consegnando un omaggio, hanno espresso a nome di tutti gli studenti e del dirigente scolastico parole di compiacimento nei confronti della Benemerita, per l’esaustiva lezione pratica che ha suscitato sicuramente riflessione non solo nel cuore dei bambini, ma anche nel loro animo. “Importante l’approccio odierno degli alunni con i Carabinieri per confermare ciò che da due secoli l’Arma svolge quotidianamente assicurando la vicinanza al cittadino ed il servizio tra la gente e per la gente”: queste le parole del Tenente Zangla, coordinatore dell’avvenimento.