domenica , Gennaio 24 2021

A Catenanuova nella sala “Turi Salerno” dell’auditorium il tradizionale saggio di pianoforte

Catenanuova. Da quando è stato inaugurato, un paio d’anni fa, l’auditorium di via Caduti in Guerra, con la Biblioteca e le due sale intitolate agli ex sindaci Fortunato Gatto e Turi Salerno, è diventato il punto indiscusso e centrale per tutte le manifestazioni culturali. Un sito che è anche formidabile centro d’aggregazione giovanile. La manifestazione, ultima in ordine di tempo, quella di giorno 22 giugno, nella sala “Turi Salerno” ha riguardato il saggio di pianoforte a cura dell’Ins Daniela Masi, con la partecipazione di ben 15 promesse giovanili, principianti e non, che hanno calamitato l’attenzione dell’uditorio. Nella prima frazione si sono esibiti, Mariella Rocca, Enrico La Spina, Jennifer Frisenna, Michela Strano, Filippo Giannazzo, Mara Lentini, Simone Biondi, Loris La Spina, Silvia Lupo, Federica Musumeci, che hanno eseguito musiche di Bastien, Strauss,Simon,Dodd. David, Hoffman,Tiersen,Menken Kezmarek, Kosma,Arnold, Beethoven, Pachel Bel, Joplin, Denza, Senneville, Clementi, Bach, Beyer, Cacciapaglia.

Nella seconda frazione, si sono esibiti, Francesco Chiara, Enzo Strano, Marco Damiano, Alberto Di Bella, Lorenza Lupo, Salvatore Millauro, per loro un repertorio con musiche ancora di Bach, Einaudi, Molinelli, Chopin, Allevi, Berkovic, Prokofiev. Per qualcuno di loro già l’ingresso al conservatorio musicale per altri, ancora gavetta, impegno e dedizione verso lo studio, per impadronirsi di una tecnica che porterà loro nuove soddisfazioni nel mondo musicale che conta. Al termine un tradizionale rinfresco a cura dei tanti genitori presenti.

Carmelo Di Marco