martedì , Aprile 13 2021

Aidone. Avadavil tira un primo bilancio a poco meno di tre mesi dalla sua costituzione

Aidone. Soddisfazione, per le attività che l’associazione “Avadavil Vincenzo Lacchiana”, costituitasi il 20 maggio scorso, in favore dei diversabili, è riuscita a portare avanti in poco tempo, viene espressa dalla presidente Ornella Giustra. “A poco meno di tre mesi dalla nostra costituzione, diverse sono le attività che hanno consentito di iniziare un’integrazione di persone con problemi di disabilità- afferma la Giustra”. Soprattutto giovani che grazie alla neonata associazione hanno vissuto momenti aggregativi e di socializzazione che finora li avevano tenuti fuori. “Attività come quelle del “Grest“di Giovani orizzonti e ora “Ragazzi in comune” dell’assessorato comunale alle Politiche sociali hanno consentito a questi ragazzi di vivere e assaporare momenti finora loro preclusi- prosegue Ornella Giustra – non esagerando nel dire che questa estate per loro è stata “un’estate da lusso”. Ragazzi con la voglia di vivere, di stare insieme agli altri, come ha ricordato Michele La Pusata, affetto da Sla, durante la manifestazione, organizzata a favore dei disabili dal comitato Vivere Aidone, vedendo cantare e ballare l’inno del Grest dalla giovane diversabile Marinella Scroppo. “Vedere ballare Marinella – aveva detto la Pusata- è come se avessi ballassi io. Ha trasmesso entusiasmo e gioia di vivere ”. La Giustra, in detta occasione, durante il suo intervento per far conoscere le finalità della nuova associazione, ha voluto accanto a sé, in rappresentanza di tutte le disabilità, Filippo Furbo, audioleso, che ha tradotto il discorso della Giustra nella lingua dei segni. “Un grazie- specifica La Giustra che porta la sua esperienza di genitore di un ragazzo diversamente abile – va alle giovani volontarie che gratuitamente si sono prese cura e hanno seguito i nostri quattro ragazzi diversabili nelle attività estive a cominciare da Lisa Catalano, Biagia Casciorizzo, Zaira Giustra, Silvia Gangi e Lucia Rosa”. La presidente si dice emozionata per la grande sensibilità dimostrata dalla comunità aidonese, in particolare dalle confraternite, per le offerte economiche donate, che serviranno per l’acquisto di ausili e strumenti didattici per attività ludico-ricreative che il sodalizio intende realizzare nel prosieguo, assieme ad altre attività. Prima tra tutte, un censimento dei tanti diversabili aidonesi. L’obiettivo principale dell’Avadavil rimane quello della creazione di un centro diurno dove le persone con disabilità possano incontrarsi. “E’ questo il nostro prioritario impegno-conclude la Giustra- e il fatto che in tanti, volontari e professionisti, ci hanno contattato per dedicare qualche ora del proprio tempo alla nostra associazione, per noi è già un grande risultato”.
Angela Rita Palermo