martedì , Luglio 27 2021

Si rinnova la festa di San Lorenzo ad Aidone

Aidone. Ricorrono oggi, 10 agosto, i festeggiamenti di san Lorenzo, patrono di Aidone che vengono vissuti dalla cittadinanza con grande attesa e partecipazione. Una festa che richiama in particolar modo gli emigrati, che, proprio per questa ricorrenza, rientrano in paese. Purtroppo già da qualche tempo e con il passare degli anni la loro presenza ad Aidone, in questo periodo, sembra ridursi notevolmente sia in termini di numeri che in termini di durata del soggiorno. Sarà per la crisi economica, sarà perché i figli degli emigrati, che costituiscono la nuova generazione dirigono le preferenze verso altre mete, solo da qualche giorno ad Aidone si respira aria di festa. Il programma odierno della celebrazione religiosa, inserita nel cartellone degli eventi estivi culturali organizzati dall’amministrazione comunale, prevede la celebrazione delle messe, di cui quelle mattutine: 8.30, 9.30 e 11. Fino allo scorso anno, a celebrare la messa delle 11, è stato l’ex vescovo di Piazza Armerina Michele Pennisi, che ha sempre vissuto questa festività con grande partecipazione. Oggi, invece, nell’attesa che venga nominato il nuovo vescovo, a celebrarla sarà l’amministratore diocesano Giovanni Bongiovanni. Nella chiesa di san Lorenzo, curata da padre Felice Oliveri, sede peraltro di una sala-museo di arte sacra, col prezioso tesoro di san Lorenzo, tra cui la reliquia del santo, in vendita ci sono i tanti oggetti del “mercatino di san Lorenzo”, il cui ricavato va a sostegno delle adozioni a distanza dei bambini di Sapè, in Brasile. Per mancanza di fondi, quest’anno, il Premio della Bontà, organizzato dalla Caritas cittadina, e consegnato in chiesa, dopo la messa delle 11, a quanti si sono distinti in opere di servizio umanitario verso gli altri, non avrà purtroppo luogo. Nel pomeriggio, l’altra messa, quella dedicata agli emigrati, sarà celebrata alle 18. Subito dopo, alle 19, il fercolo del santo verrà portato in processione per le vie cittadine. Altri eventi, di tipo culturale, saranno in programma stasera come il tradizionale “concerto di san Lorenzo”, in piazza Umberto, con inizio alle 22, sempre molto atteso, tutti gli anni effettuato da una delle due bande musicali cittadine. Quest’anno, è il turno della banda musicale “Bellini” diretta dal maestro Ivan Florio. A concludere, alle 24, i fuochi pirotecnici.
Angela Rita Palermo