lunedì , Gennaio 18 2021

Gagliano è stata invasa da circa 300 musicisti, portando tanta gioia e festosità

Gagliano. Ieri sera Gagliano è stata invasa da circa 300 musicisti. Un’invasione pacifica e allegra, che ha portato in paese tanta gioia e festosità. Un’esplosione di suoni e colori. L’Associazione musicale ed educativa Santa Cecilia di Gagliano ha organizzato il primo raduno bandistico, con il patrocinio del comune – assessorato al turismo – e la collaborazione del comitato per la festa di San Cataldo. Hanno partecipato alla manifestazione otto bande provenienti da ogni parte della Sicilia: l’Associazione Santa Cecilia di Gagliano e l’Associazione musicale Gioacchino Rossini di Cerami, entrambe dirette dal maestro Nicola Sanfilippo; l’Associazione musicale In Arte banda musicale Santa Cecilia di Mazzarino, diretta dal maestro Rocco Mirko Musco; il Gran Complesso bandistico Giuseppe Verdi orchestra di fiati di Troina, diretto dal maestro Rosario Terrana; l’Associazione musicale Giuseppe Verdi di Catenanuova e l’Associazione musicale Castel di Iudica, dirette dal maestro Giuseppe Grasso; l’Associazione filarmonica di Gagliano, diretta dal maestro Salvatore Fiorenza; e l’Associazione musicale Santa Cecilia e banda San Felice di Nicosia, dirette dal maestro Giuseppe Tamburello.
A partire dal pomeriggio, fino a tarda notte, Gagliano è stata travolta dall’allegria dei corpi bandistici.
Alle 16,30 si sono radunati al Largo della Democrazia e intorno alle 17 ha avuto inizio la sfilata lungo la via Roma, aperta dalla banda del maestro Nicola Sanfilippo di Gagliano che ha fatto gli onori di casa. Molto ben organizzata la manifestazione che ha visto sfilare i vari gruppi preceduti dai gonfaloni distintivi, inframmezzati dal gruppo folcloristico Fajddi di Enna, che ha ulteriormente arricchito la serata con balli tipici siciliani. Tutti hanno sfilato ordinatamente e suonato alternandosi per non sovrapporsi. In piazza Nino Grippaldi, mons. Vito Vasta ha benedetto tutti i partecipanti al raduno e poi il corteo è proseguito fino al Piano Puleo, per poi fare di nuovo ritorno in piazza, dove i musicisti si sono esibiti liberamente. Dopo una breve pausa, alle 21,30 sono ricominciate le esibizioni libere e, a seguire, ciascuna banda si è esibita singolarmente sul palco con una marcia militare ed una marcia sinfonica. Infine la consegna delle targhe.
Il maestro Nicola Sanfilippo ha commentato questo evento dicendo: “Siamo fieri di portare a Gagliano, per la prima volta, un raduno bandistico. Dopo tanti anni di esperienza abbiamo raggiunto la maturità per mettere su una così complessa macchina organizzativa. I ragazzi sono entusiasti di questo momento altamente formativo e ricreativo”. E’ stato un bello scambio culturale, che ha unito in nome della musica. L’Associazione Santa Cecilia, diretta dal maestro Sanfilippo, è nata nel 1981 dalle ceneri della banda cittadina gaglianese nata nel 1937. Lui la dirige dal 1988. Due le bande gaglianesi che da anni educano alla musica decine di giovani e meno giovani. Oltre alla banda de maestro Sanfilippo, anche quella del maestro Salvatore Fiorenza.
Valentina La Ferrera