venerdì , Giugno 18 2021

Incontro dei dirigenti UIL della zona nord della provincia di Enna a Gagliano

Gagliano ha accolto i dirigenti sindacali della zona nord della provincia di Enna per una giornata di studi convocata dal segretario provinciale Uil Pasquale Calandra, e dal segretario generale Uil di Enna Giuseppe Adamo, a seguito di un impegno assunto al congresso.
Per nulla casuale la scelta di venire a Gagliano a discutere di diritti dei lavoratori. Sono arrivati da Enna, Troina, Capizzi, Nicosia, Agira e Cerami con l’obiettivo di sensibilizzare gli enti pubblici al rispetto delle regole e delle norme contrattuali. Gagliano si distingue negativamente in termini di diritti dei lavoratori. Si è scelto infatti questo comune per dare un segnale, in quanto i dipendenti pubblici che operano a Gagliano non ricevono buste paga e, per questo, il sindacato è in attesa che, dopo tanti anni, venga finalmente aperto un dialogo con l’amministrazione comunale. “Il comune di Gagliano è l’unico in Italia che non rilascia buste paga e questo è impensabile – ha detto il segretario provinciale Calandra – Speriamo che questo comune cominci a cambiare mentalità e soprattutto le regole”. Un elogio è andato invece all’ex sindaco di Troina, Salvatore Costantino, per aver fatto, durante il suo mandato elettorale, una delibera di giunta inviata al vaglio della commissione regionale per l’impiego, al fine di stabilizzare tutti i precari (ex art.23, ex circolare 331 e fondo nazionale per l’occupazione). Nel mense di luglio la commissione regionale per l’impiego si è espressa positivamente, per cui si potrà avviare la stabilizzazione dei precari troinesi.

In rappresentanza dei lavoratori nel settore pubblico gaglianese erano presenti all’incontro sindacale gli Rsu Vito Bottitta e Giuseppe Scialfa e il rappresentante sindacale Epifanio Li Calzi. “Oggi la Uil Fpl è il primo sindacato a Gagliano – ha detto il segretario generale provinciale Adamo – e nella zona nord della nostra provincia è diventata una realtà importante. In questo territorio ci sono tantissime emergenze sia nel settore privato che in quello pubblico. La politica si è dimostrata inadeguata di fronte alle esigenze dei lavoratori. L’ultimo baluardo è il sindacato”. Alla riunione hanno preso parte il segretario organizzativo Uil Fpl di Roma, Paolo Dominici, e il segretario generale Uil Fpl Lazio, Sandro Biserna. Il primo ha parlato di busta paga e struttura della retribuzione. Quest’ultima “deve essere sufficiente a garantire la dignità del lavoratore, secondo il principio della sufficienza della retribuzione”, ha specificato Dominici. Il segretario Biserna ha invece parlato delle nuove regole sulla contrattazione decentrata integrativa e fatto riferimento alla riforma Brunetta.
Valentina La Ferrera


riceviamo e pubblichiamo:
Il dirigente dell’ufficio di ragioneria smentisce quanto dichiarato dai sindacalisti Uil in merito alla mancata consegna delle buste paga ai dipendenti comunali.