domenica , Gennaio 24 2021

Confartigianato fa incontrare impresa e credito

Enna. Per una forte e sicura ripresa economica è imprescindibile l’incontro tra il mondo dell’impresa e quello del credito. Per questo motivo Confartigianato Enna ha iniziato una serie di incontri itineranti in tutta la provincia tra le imprese artigiane e il sistema creditizio di settore. Il primo di questi lo scorso 13 novembre ad Agira dove ad incontrare gli imprenditori artigiani del comprensorio è stato il direttore regionale di Artigiancassa Rosario Lo Porto. L’incontro si è tenuto presso la sala consiliare del Comune di Agira messa gentilmente a disposizione dall’amministrazione comunale Agirina. All’incontro presenti anche il presidente e segretario provinciale di Confartigianato Mario Signorello Cascio e Rosa Zarba e responsabile Confartigianato di Agira Filippo Anello mentre il sindaco di Agira Gaetano Giunta ha portato il saluto dell’amministrazione comunale a tutti i presenti. Nel corso dell’incontro si è anche parlato delle prospettive sulla zona artigiana di Agira dove malgrado pare ci siano i fondi per la realizzazione ad oggi però è tutto fermo. Per quanto riguarda invece l’incontro sul credito, Lo Porto, ha annunciato ai presenti le novità in campo del credito che Artigiancassa propone agli artigiani come il Progetto Dinamo dedicato non solo alla clientela di Artigiancassa per il pagamento delle tredicesime e delle imposte. Il prodotto da offrire è uno scorte di 24 mesi per un importo massimo di 20 mila euro e cui può essere associato un prodotto BT liquidità da 3 a 5 mila euro. L’altro progetto riguarda la sinergia tra Artigiancassa e PerMicro. Quest’ultima è leader in Italia nel microcredito. Di entrambi i soggetti il principale azionista è Bnl Gruppo Paribas. Grazie a questa iniziativa Artigiancassa potrà offrire attraverso una rete attiva in tutta Italia, nuove opportunità di finanziamento a micro imprese, neo imprenditori, Start Up e a persone con minore possibilità di accesso al credito tradizionale, come immigrati e giovani lavoratori atipici che vogliano avviare una attività artigiana. PerMicro, invece, potrà estendere il proprio modello di business anche al comparto artigiano, sviluppando ulteriormente la propria mission, che non ha solo una portata economica, ma anche di inclusione sociale. La stessa PerMicro può offrire servizi di consulenza e di supporto ai neo imprenditori, a partire dallo studio di fattibilità e dalla redazione del business plan. Tramite Artigiancassa, gli interessati saranno contattati direttamente da professionisti di PerMicro entro 24 ore, dopo un’attenta e dettagliata analisi dei progetti di impresa. “Questo accordo – ha affermato Rosario Lo Porto – rappresenta, ancor più in un contesto economico particolarmente delicato, un concreto contributo verso quanti, soprattutto giovani, vogliano trovare la propria realizzazione attraverso lo sviluppo di un progetto d’impresa. Per questo, la partnership con PerMicro ha un valore non solo economico ma anche sociale e conferma l’impegno di Artigiancassa, di BNL e del Gruppo BNP Paribas nel trovare soluzioni utili a sostenere le buone e valide idee imprenditoriali”. In un momento di grave congiuntura economica uno dei compiti principali di una associazione sindacale come la nostra è di fornire alle imprese conoscenze precise su come poter ottimizzare al meglio le proprie risorse economiche ed indirizzarle verso percorsi finanziari validi – afferma Rosa Zarba – e noi riteniamo che con l’avvio di questa attività di informazione al mondo imprenditoriale grazie alla disponibilità di Artigiancassa, stiamo fornendo un valido servizio al sistema imprenditoriale provinciale”. “Per Confartigianato le imprese devono essere sempre più seguite in modo specifico in un mondo come quello economico finanziario sempre in costante evoluzione – continua Cascio – e quindi la presenza di una struttura creditizia altamente specializzata nel mondo dell’impresa come appunto Artigiancassa è una garanzia per un comparto come quello artigiano che in provincia di Enna conta circa 3500 imprese”.