mercoledì , Aprile 14 2021

Catenanuova. Arrestato pregiudicato sorpreso mentre vendeva due trattori ed un carrellone rubati

CANCEMI 1I Carabinieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale di Enna nel tardo pomeriggio di ieri hanno tratto in arresto il pregiudicato originario di Biancavilla, ma residente da tempo a Catenanuova, Alessandro Cancemi, di anni 31.

Nel corso dei servizi di vigilanza in atto anche sulle zone rurali della provincia, i Carabinieri hanno notato la presenza dell’auto Fiat Punto in uso ad Alessandro Cancemi mentre accedeva all’interno di un agrumeto di contrada Sferro (territorio al confine tra la provincia di Catania e la provincia di Enna) notando che lo stesso era seguito a breve distanza da un autocarro munito di braccio – gru chiaramente utilizzato per il recupero e trasporto di materiale ferroso.

Conoscendo i precedenti penali di Alessandro Cancemi la circostanza appariva alquanto sospetta ai militari operanti che decidevano di attendere e l’uscita dei mezzi per procedere ad un accurato controllo degli stessi.

Poco dopo l’auto del Cancemi veniva nuovamente notata uscire dall’agrumeto sempre seguita dal mezzo pesante, al quale appariva fare da battistrada.

I due veicoli venivano quindi immediatamente bloccati scoprendo poco dopo che il camion trasportava sul cassone un trattore gommato risultato essere stato rubato circa due mesi fa, insieme ad un altro trattore cingolato ed un carrellone che serviva a trasportarli, dall’interno di un’azienda agricola del comune di Ramacca.

Atteso il riscontro dato dal rinvenimento del primo mezzo rubato veniva proseguito il controllo dell’area dell’agrumeto rinvenendo anche il secondo trattore ed il carrellone rubati.

Le indagini permettevano di accertare la netta responsabilità di Alessandro Cancemi n quanto lo stesso stava cercando di vendere i veicoli rubati ai quali erano state tolte le targhe. A bordo della sua auto veniva rinvenuto anche un coltello a serramanico ed un grosso bastone, venendo pertanto arrestato per il reato di “Riciclaggio” (ipotesi più grave del reato di ricettazione) dei trattori rubati e denunciato anche per il porto illegale di arma bianca ed oggetti atti ad offendere.

Nei confronti del soggetto acquirente, un commerciante e raccoglitore di ferro usato, C.G. di anni 36 originario del comune di Caltagirone, che ha dichiarato di aver acquistato il trattore che aveva caricato sul proprio camion quale ferrovecchio, si è proceduto per il momento con la denuncia in stato di libertà per il reato di incauto acquisto.

Nel corso delle operazioni i Carabinieri hanno chiaramente rintracciato la proprietaria dei mezzi rubati che aveva quasi perso quasi del tutto le speranze di ritrovare i propri mezzi, assolutamente necessari alla stessa per poter continuare a portare avanti l’azienda agricola in un periodo di così profonda crisi economica alla quale gli stessi sono stati immediatamente riconsegnati. Comprensibile il suo compiacimento espresso ai carabinieri operanti per essere ritornata in possesso dei suoi beni.

Dell’avvenuto arresto ne veniva data comunicazione telefonica al Magistrato di Turno della Procura della Repubblica di Catania, che disponeva la traduzione di Alessandro Cancemi presso la Casa Circondariale Piazza Lanza di Catania.