martedì , Aprile 13 2021

A Piazza Armerina, Aidone, Barrafranca e Pietraperzia oltre 700.000 euro assegnati per il piano socio – sanitario

Oltre 700.000 euro sono stati assegnati al Piano di zona del Distretto socio – sanitario 24, che insieme al Comune capofila di Piazza Armerina è formato dai Comuni di Aidone, Barrafranca e Pietraperzia.
Sono state ripartite dall’assessorato regionale al lavoro e alla famiglia le somme provenienti dal Fondo Nazionale delle politiche sociali destinate ai distretti socio-sanitari per i piani di zona 2013-2015. Il Distretto socio sanitario n. 24 Piazza Armerina, formato da quattro Comuni con una popolazione residente complessiva di 48.927 persone, ha ottenuto l’assegnazione di una somma totale pari a 728.881 euro. Nello specifico il 70% della intera somma (513.496 euro) è stata assegnata in relazione al numero di abitanti, ed il 28 per cento (215. 384 euro) per il numero dei Comuni. Per il Distretto Socio – Sanitario 24 quello in corso è il terzo Piano di Zona approvato dalla Regione. A seguito della pubblicazione del finanziamento nella Gazzetta Ufficiale della Regione Sicilia, del 10 gennaio scorso, le attività del Piano del Distretto Socio Sanitario 24 diventeranno operative.
E’ stata la legge quadro 328 del 2000 a introdurre lo strumento del Piano di zona per l’intervento integrato dei diversi soggetti istituzionali e comunitari nei settori del disagio sociale in tutte le sue forme. Accanto alle problematiche tradizionali il terzo Piano di Zona sta affrontando anche esigenze che sono emerse in questi anni, come le nuove povertà, le dipendenze da alcol e gioco d’azzardo, e l’integrazione degli immigrati, che nel solo Comune capofila, Piazza Armerina, già conta 650 immigrati regolari. Anche a livello locale, dunque, il Distretto socio sanitario n. 24, costituisce una risposta alla crescente esigenza di fornire assistenza e sostegno alle famiglie e agli individui che vivono situazioni di disagio sociale. Gli obiettivi raggiunti rappresentano un punto di arrivo importante soprattutto in un momento in cui il welfare è pesantemente sotto attacco a causa della crisi finanziaria del Paese e della Regione, che non consente trasferimenti ai Comuni. Nel maggio dello scorso anno presso il Teatro comunale “Garibaldi” di Piazza Armerina si svolse una Conferenza di Servizio, relativa alla Programmazione dei Piani di Zona 2013-2015.
Marta Furnari