mercoledì , Gennaio 27 2021

A Pietraperzia Consiglio comunale come un ring, con urla, frastuoni e sberleffi

GIUSA ROSA MARIAPietraperzia. “Lo spettacolo indecoroso che si è realizzato nello scorso Consiglio è attribuibile alla inefficienza della Presidente del Consiglio, che non ha saputo mantenere una situazione di calma dialettica. Infatti ha permesso che il Consiglio si trasformasse in un ring sconsiderato, con urla, frastuoni, sberleffi, interventi del pubblico in sala ricchi di dialettica colorita che nulla dovrebbe avere a che fare con il rispetto dei luoghi. Addirittura un incitamento alla evasione fiscale da parte di alcune persone presenti tra il pubblico, con minacce e insulti vari. Una situazione paradossale, che nulla dovrebbe avere a che fare con il rispetto dell`istituzione Consiglio comunale e con il rispetto dei cittadini pietrini, ma c’è chi, per cultura, è abituato a non rispettare mai niente e nessuno” questo l’inizio di un volantino dei Consiglieri di maggioranza che addirittura accusa i colleghi della minoranza di avere “mentito ai cittadini, e li avete presi in giro”. Poi sempre nel volantino una steccata nei riguardi dei colleghi: “ed oggi è la stessa opposizione che chiede di annullare la delibera da loro approvata che prevedeva la sospensione del pagamento dei tributi. Se sapevate che non si poteva fare una cosa del genere perché la avete proposta? E perché oggi vi rimangiate la parola? Crediamo ormai abbiate compreso di avere sbagliato, e di averla fatta grossa. Un Consigliere comunale dovrebbe, almeno, conoscere l`abc della legge. E’ bello prendere il fuoco con le mani degli altri, e troppi sono quelli che con voi ci provano. Ma crediamo, ormai, lo abbiate compreso. L`importante è che ve ne siate resi conto e che oggi stiate rimediando al grave errore. La proposta di sospensione dei tributi per i cittadini viene, oggi, annullata dalla stessa opposizione comunale che la ha presentata. E sappiamo bene il perché: semplicemente era impossibile da proporre, perché contraria alla legge”.

Altre frasi seguono nel volantino che si adattano perfettamente al clima carnevalesco dei prossimi giorni, e che esulano dalla politica.

Per dovere di informazione, vezzi ed abituati a proclami elettoralistici, abbiamo cercato di ascoltare “l’altra parte” con una chiara replica del Consigliere comunale di minoranza Enza Di Gloria: “vero è che in Consiglio ci sono pareri discordanti, ma non accetto si strumentalizzino le incomprensioni. La maggioranza del Sindaco Emma è priva di operatività, di incapacità di governare i processi di sviluppo. Affermazioni preoccupanti che non fanno altro che confermare quanto da tempo tutti i Consiglieri di opposizione sosteniamo e cioè che la maggioranza che supporta il sindaco Emma è alla deriva, senza più un briciolo di credibilità politica. Un gruppo di persone tenute insieme solamente dalla logica del potere che annaspa e naviga a vista e sta trascinando scientemente nel baratro l’intera comunità pietrina. Un atteggiamento di una gravità e di una insensibilità inaudita, reso ancor più deprimente dalla fuga dalle responsabilità e dalla cronica tendenza a sottrarsi al confronto. Ogni giorno nell’esercizio delle nostre funzioni – continua il consigliere Di Gloria – siamo costretti a scontrarci con un sistema creato ad hoc in cui l’arroganza la fa da padrona e le azioni concrete latitano. In questo scenario la città è bloccata, sporca, senza futuro. I cittadini costretti a pagare tutte le tasse al massimo delle aliquote. Le emergenze sociali aumentano quotidianamente e, come se non bastasse, la squadra di governo perde pezzi per strada. Quando non si è più in grado di garantire neppure i servizi essenziali in seno ad una amministrazione comunale bisogna avviare una riflessione seria su ciò che si è prodotto sul piano politico-gestionale. E trarre le dovute conseguenze. La maggioranza Emma ormai è finita”.  Continua Enza Di Gloria: “Non mi meraviglio tanto: cosa ci si può attendere da chi non basa le proprie considerazioni su un’osservazione diretta metodica e critica sul proprio paese, scarsa di soluzioni mirate. Semplicemente vogliono spostare il baricentro dei loro problemi che ad oggi l’amministrazione Emma ha al suo interno. Alla fine prevale l’unico vero pensiero forte di questa “allegra brigata” che oggi guida Pietraperzia. La maggioranza e la Giunta Emma oramai a pezzi, non trova nulla di meglio che criticare l’opposizione in un dibattito consiliare democratico. Queste scenette sono da mesi teatrino della inconcludenza che una pseudo maggioranza, confusa e infelice, propina al Consiglio Comunale e ad una città ormai delusa ed ansiosa di risposte”.

La Redazione non entra nel merito delle varie dichiarazioni, ma da parte di una maggioranza (qualunque sia l’appartenenza politica) che –scavalcando il primo cittadino – si dedica ad un volantinaggio offensivo ci sembra come “l’avere perso la testa”, la “macchina del fango” è inarrestabile, una vera e propria macchina del fango che parla e sparla su tutto, ma cosa importa… basta che se ne parli..


La foto del Sig.Presidente del Consiglio, Giusa Rosa Maria è stata “prelevata” dal sito Istituzionale del Comune