mercoledì , Gennaio 27 2021

Per quest’anno i cittadini villarosani non pagheranno la Tasi

iuc tasi tariVillarosa. La proposta è venuta dall’Amministrazione, ma a dire l’ultima parola, però, è stato il Consesso civico, presieduto dal presidente Tino Lunetta, nella seduta svoltasi nella mattina di ieri. Per quest’anno i cittadini villarosani non pagheranno la Tasi, la nuova tassa sui servizi indivisibili che insieme alla Tari e all’Imu dovrebbe far parte di un tris chiamato Iuc (Imposta unica comunale). “La nostra comunità in questo momento di crisi –dichiara il sindaco Costanza-, al pari di tante altre della Sicilia, si sta trovando in grande difficoltà economica. Non aumentare la pressione fiscale è una sfida e un obiettivo che l’amministrazione si è dato anche nella programmazione economica e nell’interesse dei cittadini. La riforma fiscale, i cui nomi delle imposte cambiano ad ogni piè sospinto –aggiunge ancora Costanza-, ha inserito per il 2014 dei cambiamenti alle tasse degli immobili: oltre all’Imu ha introdotto la Tasi per la quale spetta alle amministrazioni decidere le aliquote oppure se applicarla o no. E’ un nuovo tributo che va a colpire sia i proprietari di un solo immobile che doppiamente chi ne possiede un secondo. Da qui la decisione dell’amministrazione di applicare la norma con aliquota pari a zero per tutti gli immobili, non gravando così sulle tasche dei cittadini”. Una decisione sicuramente coraggiosa da parte degli amministratori che comunque dovranno impegnarsi molto per riequilibrare il bilancio per coprire questo mancato introito. Nel corso del Consiglio comunale è stato approvato, oltre alle aliquote Imu 2014 (4 per mille abitazione principale nelle categorie catastali A/1, A/8, e A9, e relative pertinenze; 7,60 per mille per tutti gli immobili del gruppo catastale “D” immobili produttivi, con esclusione della categoria D/10 “immobili produttivi e strumentali agricoli” esenti dal 1 gennaio 2014; 10,60 per mille per tutti gli altri immobili comprese aree edificabili), il regolamento per la disciplina della Iuc. Infine l’assise ha deliberato l’assegnazione di 3 mila e 900 euro per la fornitura, installazione e messa in esercizio di un impianto di videosorveglianza nell’area del parco giochi di Via Enna. “Si rende necessario questo impianto –afferma Costanza- per i continui atti di vandalismo che nei mesi scorsi e tutt’oggi continuano a perpetrarsi. Tutti i giochi sono stati danneggiati, alcuni irreparabilmente, altri necessitano di una manutenzione radicale, ma prima di sostituirli o manutenzionarli intendiamo dotare l’area del parco di un sistema di videosorveglianza in modo da evitare il verificarsi di altri episodi di vandalismo”.

Pietro Lisacchi