domenica , Novembre 28 2021

Nicosia. Bando per l’Aro Nicosia, i sindacati chiedono vertice a Lupo

rifiuti pallaNicosia. C’è attesa per l’esito dell’incontro tra i rappresentanti regionali dei sindacati e Marco Lupo, direttore dell’Agenzia per le Acque ed i Rifiuti. Sono stati i sindacati a chiedere l’intervento dell’Agenzia regionale nella vicenda “Aro Nicosia”. Nei giorni scorsi i sindacati, avevano diffidato Regione, Agenzia, Comune di Nicosia e Urega a bloccare la gara per il servizio di igiene ambientale dell’Aro Nicosia per mancato rispetto delle prescrizioni, in particolare, la concertazione sindacale, indicata come condizione dall’autorizzazione dell’Agenzia. Le sigle di rappresentanza dei lavoratori ritengono che la gara non può essere bandita in assenza della concertazione. La richiesta di incontrare il direttore Lupo è scaturita dalla risposta inviata dal Comune alla diffida. Nella nota viene sottolineato che si è proceduto alla pubblicazione del bando, dal momento che il tavolo di concertazione, saltato a Nicosia, avrebbe dovuto essere convocato dall’Assessorato regionale a Palermo. In mancanza di tale convocazione il Comune ha ritenuto di procedere sulla scorta del “silenzio assenso”, presumendo che la Regione, non convocando il tavolo sindacale, mirato a garantire i posti di lavoro, ha dato il via libera a quanto previsto nel Piano Aro. I rappresentati regionali di categoria della Cgil, Cisl e Uil hanno immediatamente chiesto di incontrare il direttore Lupo, per ribadire che la concertazione sindacale deve essere espletata e che la mancanza va considerata violazione di una delle prescrizioni che la stessa Agenzia ha posto. In proposito, tuttavia esiste una nota, a firma dello stesso Marco Lupo, nella quale sottolinea che la norma del “silenzio assenso” non può essere invocata per quanto attiene le prescrizioni poste nei decreti che autorizzano gli Aro e, tanto meno a quella che riguarda la trattativa con i sindacati. La prescrizione è chiarissima sulla dotazione di personale per la quale: “Il Comune è tenuto al rispetto di quanto previsto dall’articolo 19 della Legge regionale 9 – si legge e dall’Accordo quadro siglato il data 6 agosto 2013, nonchè ad espletare le previste procedure di concertazione con le organizzazioni sindacali”. Adesso bisogna attendere le decisioni dell’Assessorato e dall’Agenzia sulla richiesta di bloccare la gara che è già stata pubblicata sulla Gazzetta europea e su quella regionale e per la quale entro l’8 settembre vanno presentate le offerte.animazione 2 -tutto bruno ceramiche