sabato , Aprile 17 2021

Nicosia. Le motivazioni delle dimissioni da Assessore di Maria Giovanna Scancarello

nicosia maria giovanna scancarelloNicosia. Riceviamo da parte della dott.ssa Maria Giovanna Scancarello le motivazioni che hanno portato alle dimissioni dalla carica di Assessore comunale affidatele con Determina Sindacale N. 29 in data 23/09/2013.
“Ho accettato il delicato compito conferitomi con forte senso di responsabilità e ho cercato di svolgerlo con impegno, umiltà e correttezza, mettendo a disposizione dell’intera comunità le mie competenze, la mia professionalità e il mio tempo. Ho affrontato il lavoro con sempre più entusiasmo, con l’obiettivo di dare alla città e ai nostri cittadini il mio contributo affinché si avesse sempre qualcosa in più rispetto al passato. Purtroppo la macchina politica appare, oggi più che ieri, bloccata e incagliata in questioni che dovrebbero unire e invece ci allontanano sempre di più da quel concetto, per come lo intendo io, di politica. La crisi economica morde e i cittadini, oggi più che mai, chiedono risposte; risposte sempre più difficili da dare ma che diventano addirittura impossibili se non si costruiscono con impegno e abnegazione da parte di tutti, lavorando con umiltà per il bene del nostro paese. Quindi, lo stesso senso di responsabilità di cui prima, unito all’affetto per questa città, mi spingono a decidere in questo senso, e intendo affermare con assoluta serenità e chiarezza, il disaccordo verso questa condizione di squilibri e di mancanza di dialogo tra amministrazione e consiglio che rende insostenibile riuscire a programmare azioni di crescita e di sostegno/aiuto vero per i nostri concittadini.
Accanto ai motivi politici, legati alla non condivisione di come si sta affrontando questo periodo particolarissimo e difficilissimo, ci sono motivi legati alla sfera comunicativa- comportamentale -ideologica- caratteriale. Credo profondamente nel lavoro di squadra, nella suddivisione dei compiti, nella condivisione degli obiettivi e delle strategie, nella programmazione, anche in termini cronologici, del lavoro da svolgere. Prediligo i lavori di squadra a quelli da solista e mi piace basare il gioco su principi di fiducia e di rispetto reciproco, ma, venendo a mancare questi è pressoché inutile rimanere nella stesso gruppo. Nonostante queste difficoltà siano emerse dopo qualche mese dall’inizio del mio mandato, per senso di responsabilità, di dovere e per la voglia di fare bene, ho rimandato questa eventuale decisione. I problemi, notoriamente, sussistono in qualsiasi ambito lavorativo, professionale e relazionale, ma tutti, chi più e chi meno, ci prefissiamo un limite entro il quale non permettiamo a nessuno di oltrepassarlo. Ecco, se pur con riluttanza, questo limite è stato oltraggiato ed è per questo che oggi a malincuore, e dopo aver sopportato e provato con il tempo a sorvolare su fatti ed episodi, me ne vado; e per ogni decisione, che valga la pena di essere presa, è stata maturata nel tempo e non è dovuta a colpi di testa momentanei da cui potrei pentirmene.
In un anno di lavoro di cose ne sono state fatte e le ho elencate in una relazione descrittiva e sintetica, di seguito allegata; per tutto questo non ho rimpianti, per ciò che questo anno è stato e sicuramente prenderò da questa esperienza le cose belle e positive, e imparerò dagli sbagli fatti.
In tutto questo cammino ho avuto accanto persone speciali, che con il loro lavoro e il loro impegno mantengono viva questa macchina burocratica e che con il loro contributo permettono la buona riuscita delle scelte politiche. Mi riferisco ai dipendenti comunali, tutti e in particolar modo, quelli che operano nei servizi sociali che con costanza e dedizione mi hanno affiancata in questo difficile compito soprattutto in questo periodo di crisi economica e, per i quali, necessita un potenziamento per la mole di lavoro che svolgono. I dirigenti tutti, con i quali è doveroso innescare dei meccanismi di collaborazione e di fiducia, e in particolar modo la Dirigente P. Mancuso che instancabilmente e con professionalità e caparbietà raggiunge risultati eccellenti.
Per loro è il mio più sentito grazie.
Ringrazio i miei colleghi che nel bene e nel male ci sono sempre stati, con cui ho condiviso questa esperienza, i successi e le delusioni. Ringrazio anche te Sindaco, poiché mi hai affidato questo importante compito e mi dato la possibilità di lavorare per il mio paese, nonché, per la fiducia iniziale concessami.
Le mie dimissioni non voglio essere un atto di rinuncia ma semmai di amore per la mia città e per me stessa, perché in fondo ci spero che da questo gesto si possa provare a ricucire i frantumi che si stanno consumando giornalmente sotto i nostri occhi.
Auguro a tutti, Consiglio e Giunta, di mettere da parte gli scontri sterili e inutili e di iniziare quel confronto politico che possa portare tutti a remare in unica direzione.
Auguro a tutti, Consiglio e Giunta, di mettere a disposizione le energie e le capacità che ognuno di voi possiede con Responsabilità, Gratitudine e Amore nei confronti di Nicosia e dei Nicosiani che vi hanno affidato questo smisurato patrimonio”.

La redazione ha anche ritenuto opportuno pubblicare la relazione descrittivo-sintetica dell’ex Assessore Maria Giovanna Scancarello
Si dal mio insediamento, avvenuto a fine settembre dell’anno scorso, ho operato con costanza, determinazione e rispetto verso l’Ente e la Persona.
Mi sono subito prefissata degli obiettivi, qualcuno già avviato dalla mia predecessora, altri nuovi.
Qui di seguito un elenco descrittivo e sintetico dei risultati raggiunti e dei servizi avviati.
Apertura asilo Nido
La prima azione portata avanti è stata l’apertura dell’Asilo Nido nel nuovo sito presso i locali magnana, in un ambiente più idoneo in termini spazio-logistici per un’adeguata educazione e assistenza ai bambini di tenera età. Uno spazio che prevede l’accoglienza di circa 40 bambini, incrementando l’iscrizione di bambini e mantenendo immutato il costo mensile.
Servizio Civile Nazionale
Il Comune di Nicosia ha avuto riconosciuta la richiesta presentata a novembre del 2013 di essere riabilitato per l’a.c. e per il futuro a presentare altri progetti di Servizio Civile, interdetto dal 2012 per irregolarità progettuali. L’ente comunale ha presentato 4 progetti nell’avviso 2014: 2 nell’ambito del Servizio Civile Nazionale e 2 nell’ambito di Garanzia Giovani, per numero 20 giovani volontari, che qualora l’esito progettuale fosse positivo, verrebbero avviati per la durata di un anno a svolgere attività di volontariato nel Comune di Nicosia e impegnati in attività rivolte agli anziani e di promozioni culturale per interventi di sensibilizzazione alla cultura della raccolta differenziata.
Questo vuole essere l’inizio di un percorso di miglioramento e di perfezionamento, affinché si possa investire in questo campo e permettere ai giovani nicosiani di poter fare un anno di servizio di crescita sia professionale che personale, che veda uno scambio reciproco di idee tra giovani ed ente promotore.
Assegno civico
Predisposto l’assegno civico per 21 beneficiari del distretto 23 di cui 8 a Nicosia della durata di 3 mesi, nell’ambito del Piano di Zona 2010/2012 premialità 1^ annualità, che al momento della richiesta versavano in condizioni svantaggiose sul piano socio – economico per i quali è stato previsto un contributo mensile di quasi € 400,00.
Home Care Premium 2014
Intercettato l’avviso per la ricerca e il convenzionamento di ambiti territoriali sociali disponibili alla gestione di servizi di assistenza domiciliare in favore di utenti non autosufficienti dell’ INPS, dipendenti o pensionati, o loro familiari. La richiesta di convenzione, inviata dal Comune di Nicosia, è stata accettata e pertanto, il Distretto 23 usufruirà di questo servizio. Finanziati circa 170.000,00 per la gestione del servizio, mentre il contributo mensile verrà erogato ai beneficiari direttamente dall’INPS. Il contributo monetario o “premio” al fine di prendersi cura, a domicilio, delle persone non autosufficienti, sarà proporzionale al reddito mensile percepito, per un numero di utenti che va dai 50 ai 120 per tutto il D/23 e che versano in condizioni di disabilità o di non autosufficienza.
Piano Azione e Coesione (PAC)
Completato l’iter progettuale del Piano di Azione e Coesione che ha permesso lo stanziamento di fondi per servizi rivolti ad anziani e a minori per un importo totale di € 594.629,00.
Avvio delle azioni rivolte agli anziani per il servizio di Assistenza Domiciliare Integrata per ultra sessantacinquenni non autosufficienti per garantire la permanenza dell’utente in casa pur garantendo le dovute cure socio-sanitarie.
Rispetto all’infanzia sarà garantito per l’anno scolastico 2014/2015 l’ampliamento delle ore di apertura nel pomeriggio sino alle 18:00, apertura il sabato mattina, durante i festivi e nel mese di luglio.
Centro Affido
Il centro affido è un traguardo importante per il Comune di Nicosia e per tutto il distretto. Il servizio, sperimentale e pilota, guarda verso logiche di intervento innovative e di elevata sensibilizzazione socio-culturale. Circa 50 mila euro, fondi del Piano di Zona 2004-2006, serviranno ad avviare il centro affido, grazie ad un protocollo di intesa tra il Comune di Nicosia capofila del distretto, i comuni del D/23 e l’ASP, affinché si possa garantire a 10 minori in stato di affido residenti nel distretto di essere accolti da famiglie o da single che presenteranno richiesta e risulteranno idonei per un periodo pertinente al progetto individualizzato. Questo comporterà: la garanzia per il minore di vivere in un contesto “famiglia” idoneo ai proprio bisogni, uno scambio reciproco tra famiglia di origine e famiglia affidataria, nonché un risparmio per le casse comunali; infatti, la retta mensile per i minori in struttura è di circa 2000,00 euro mensili. Si prevede che la buona riuscita del servizio possa diventare una buona prassi da attuare negli anni futuri.
Sensibilizzazione contro le dipendenze
Rispetto al progetto inerente la prevenzione dalle dipendenze patologiche, che nell’ultima stesura progettuale l’intervento si sarebbe dovuto realizzare nel biennio 2008/2009, sono stati previsti quasi 40.000,00 euro per la realizzazione di 4 conferenze. A tal proposito, essendo la popolazione scolastica destinataria dell’intervento e valutati gli obiettivi, di promozione, di informazione e di prevenzione previsti dal progetto, non raggiungibili con le mere lezioni frontali, si è provveduti a modificare le azioni; il gruppo piano sta provvedendo alla stesura finale da inviare all’Assessorato della Famiglia della Regione Sicilia.
Gita anziani Puglia e gita anziani Siracusa
Utilizzati dei fondi appartenenti al primo Piano di Zona 2001/2003, che rischiavano di ritornare in Regione, per organizzare dei viaggi culturali, ricreativi e socializzanti per le persone ultra sessantacinquenni, offrendo loro la possibilità di vivere e condividere insieme l’esperienza. Le gite sono state due: la prima della durata di 6 giorni in Puglia e l’altra della durata di un giorno a Siracusa.
Centro Polivalente
Il Piano di Zona 2010/2012, prevede azioni rivolte all’assistenza anziani domiciliare, misure contrasto alla povertà e apertura del centro polivalente destinato alle persone con disabilità, ad anziani e a minorenni, per un ammontare di circa 401.651,00 euro all’anno. Sono state sbloccate le procedure relative all’apertura del Centro Polivalente per tre anni, che nel giro di qualche settimana dovrebbe essere funzionante, e la possibilità di erogare il servizio di assistenza domiciliare e le azioni rivolte al contrasto della povertà nel giro di qualche mese.
Regolamento centro anziani
Formulata una bozza di regolamento del Centro Anziani, condiviso e partecipato dagli stessi interessati, ed è in fase di revisione da parte dell’ufficio competente.
Bonus 2011
Concessi i bonus socio-sanitari ad anziani o disabili beneficiari che prevedevano per il 50 % prestazioni socio- sanitarie a domicilio e per il restante 50% erogazione monetaria per l’acquisto di ausili sanitari.
Elenco enti accreditati
Realizzato il regolamento per l’accreditamento annuale degli Enti privati che operano nel sociale e per i quali necessitano requisiti e criteri di idoneità per la presa in carico di situazioni di bisogno per mezzo della voucherizzazione dei servizi.
Bonus 2014
Richiesta di fondi regionali per l’avvio di bonus socio- sanitari per persone con disabilità. Le richieste inoltrate, per tutto il distretto, sono relative alle prestazioni a domicilio o erogazione monetarie.
Piano di zona 2013/2015
Programmato il Piano di Zona per il prossimo triennio di circa 730.000,00 euro. Le aree di intervento scelte sono quelle per le quali è richiesto un tempestivo intervento e, nello stesso tempo, evitare di accavallare interventi già finanziati. Le azioni previste riguardano l’erogazione di borse lavoro per soggetti in condizioni di difficoltà residenti in tutto il distretto e l’assistenza educativa alle famiglie in difficoltà.
Cantieri di Servizio
In attesa del Decreto a firma del Direttore Generale dell’Assessorato al Lavoro della Regione Sicilia per l’avvio di n. 4 cantieri di servizio per circa 50 richiedenti idonei.
Progetto biblioteca
Richiesto un finanziamento alla sovrintendenza ai Beni Culturali di sostegno e di incremento alle funzioni della Biblioteca Comunale
Protocollo TSO
Bozza di protocollo d’intesa tra Ente Comune, i Comuni del Distretto, DSM, 118, Pronto Soccorso e Vigili Urbani. In fase di attesa correlazione e intesa tra 118 e Pronto Soccorso.
Protocollo d’intesa donne vittime di violenza
Siglato Protocollo d’intesa promosso dalla Prefettura di Enna tra tutti gli attori che si attivano al momento di un avvenuta segnalazione di donna vittima di violenza con la messa in rete e la collaborazione reciproca.
Incremento sito del comune con Info giovani


Stilauto
TUTTE LE OFFERTE SU HTTP://WWW.STILAUTO.IT/