giovedì , Gennaio 28 2021

Calascibetta. Sindaco resta senza maggioranza in Consiglio

Carmelo Cucci
Carmelo Cucci
Calascibetta. Si chiude definitivamente il tentativo di dialogo tra Calascibettattiva e il Partito democratico. L’iniziativa intrapresa un mese fa dal segretario del Pd, Elio Librizzi, non ha sortito i frutti desiderati. Librizzi, non tutti all’interno del Pd erano d’accordo, aveva inviato una lettera al responsabile di Calascibettattiva al fine di intraprendere un percorso costruttivo per il bene del paese. Si chiedeva di abbassare i toni in consiglio comunale, ma anche di trovare dei punti d’incontro su alcune proposte. Si chiedeva insomma”una sorte di sintonia tra le parti nell’affrontare temi delicati per il bene del paese”ha sempre spiegato Librizzi. Dopo alcuni faccia a faccia, ieri è arrivato il “no” definitivo di Calascibettattiva, oggi forza politica di maggioranza in consiglio comunale insieme ai tre componenti del gruppo misto. Dunque, il sindaco Carmelo Cucci (Pd) sarà costretto ad andare avanti senza maggioranza consiliare. Ecco cosa dice Calascibettattiva: «Nell’incontro del 16 ottobre scorso, fin dalle prime battute, si è capito che il segretario del Pd aveva assunto l’iniziativa senza il consenso del proprio partito: tanto meno della coalizione. Per non dire che non aveva una proposta concreta su cui lavorare. La sortita del 24 ottobre, infarcita di menzogne – continua Calascibettattiva – è il tentativo, all’evidenza mal riuscito, di mettere una pezza agli errori commessi dal segretario del Pd Librizzi. Non possiamo non sottolineare come il 7 ottobre l’amministrazione comunale aveva ricevuto ulteriori duecentomila euro; che il 9 ottobre era stato pareggiato il bilancio; che il giorno successivo il Sindaco ha diffuso l’ennesima lettera diffamatoria nei confronti di Calascibettattiva e del gruppo misto. Alla luce di questo atteggiamento, nell’incontro del 16 ottobre abbiamo fatto bene a dire che non vogliamo abdicare al ruolo assegnatoci dall’elettorato. E oggi a distanza di un mese dalla scadenza del termine fissato dalla legge, il bilancio non è stato nemmeno deliberato in Giunta». Calascibettattiva continuerà insieme al gruppo misto a guidare i lavori consiliari, mentre il Pd e gli altri esponenti della coalizione di governo, saranno costretti ad andare avanti senza i numeri in Aula. E poiché i panni sporchi si lavano a casa, il segretario del Pd incontrerà a breve i vertici provinciali del partito per fare chiarezza sull’intera vicenda politica xibetana. Un faccia a faccia dal quale potrebbe dipendere il futuro dell’amministrazione comunale.

Francesco Librizzi





RIPRENDIAMO E PUBBLICHIAMO DAL QUOTIDIANO LA SICILIA