sabato , Gennaio 23 2021

Sp 23b Regalbuto- Catenanuova, spesi 200 mila euro per alcuni lavori di messa in sicurezza

Enna SP 23
Enna SP 23

Nel gennaio 2014 scrissi: ”C’è forse uno spiraglio di speranza per gli automobilisti che attraversano la Sp 23b Regalbuto-Catenanuova perché la Provincia regionale di Enna ha stanziato 200 mila euro per alcuni lavori di messa in sicurezza dell’importante arteria. La somma stanziata forse non riuscirà a coprire tutte le opere necessarie per rendere completamente sicura la strada ma almeno è qualcosa che inizia muoversi, quanto meno sul versante del triangolo delle strade dei comuni di Regalbuto, Centuripe e Catenanuova, un triangolo molto importante per l’economia dei tre comuni a nord della provincia di Enna, legati da identiche tradizioni, scambi commerciali e affinità sociali. Etc…. “Sono di questi ultimi giorni le polemiche su Fb sui lavori che nei giorni scorsi sono stati eseguiti sulla provinciale. Le solite polemiche che nascono purtroppo da una campagna elettorale ancora in corso a Regalbuto. Personalmente devo dire che quando scrissi l’articolo non mi ero reso conto che con 200 mila euro si potevano fare poche cose. Anche se ammetto che in me resta la speranza che quello che è stato fatto per ora sia una minima parte dei lavori che ancora si dovranno fare con 200 mila euro. Se però è stata spesa l’intera somma, la domanda che mi costringe a fare quest’ultimo ragionamento è la seguente: “Con questi lavori appena ultimati la strada provinciale 23B può essere percorsa in parziale sicurezza?“. La domanda non è rivolta né al Sindaco di Regalbuto né a quello di Catenanuova ma al Commissario della Provincia Regionale di Enna e al suo ufficio tecnico provinciale, titolari dell’appalto. Si perché per me automobilista, sicurezza stradale può significare un’insieme di cose quali la tracciabilità delle righe bianche orizzontali che delimitano le carreggiate, il ripristino dei catarifrangenti e la pulizia dei bordi che ostruiscono la visibilità. La sistemazione del manto bituminoso e della pendenza della “curva della morte” causa di tanti incidenti. Per cui per ora la provinciale 23B è a parer mio insicura. Proviamo a ripercorrere di sera la provinciale e poi chiediamoci se la strada è in sicurezza. C’è una cosa certa: la verità sui lavori sulla provinciale 23B è scritta nel capitolato di appalto della Provincia Regionale di Enna. E forse in molti hanno mentito o innescato false aspettative……. Ma la mia vuole essere una semplice e sola opinione…..

Agostino Vitale