martedì , Settembre 21 2021

Patto per Enna: Amministrazione Garofalo non ha alcuna idea anche scarsa su sviluppo urbanistico città

enna piazza vittorio emanuele s_francesco“Che l’amministrazione Garofalo non avesse alcuna idea, anche scarsa, sullo sviluppo urbanistico della città, sulla riqualificazione del centro storico, sull’arredo urbano è oramai cosa risaputa, visti anche i risultati raggiunti al consuntivo della sua azione amministrativa, ma che volesse distruggere anche quello che di buono abbiamo in città non lo sapevamo! Eh sì, non si possono che giudicare in questo modo gli interventi che l’amministrazione Garofalo a cinque mesi dalla competizione elettorale sta eseguendo in Piazza V. Emanuele e nello slargo della Chiesa dell’Addolorata.
Ci chiediamo ma quale “concorso di idea” ha generato le soluzioni progettuali adottate e approvate dalla giunta Garofano?
Come si possono mettere mattoni rossi tipo campigiane nella piazza principale della Città?
Qual è il significato della pietra bianca che rimarca il marciapiede curvilineo davanti la chiesa dell’Addolorata?
Giacché, a dire dall’Assessore Nasonte, è tutta colpa della mancanza di denaro, perché non pensare di ripavimentare solo piazza V. Emanuele per intero con materiale idoneo, ed evitare di spendere soldi per ripavimentare parte del mercato S. Antonio? L’intervento di rifacimento della rete fognante e idrica del mercato S. Antonio sarebbe stato garantito da Acquaenna così come la ripavimentazione delle parti danneggiate, e Lei avrebbe potuto spendere i soldi pubblici del comune per rendere più dignitosa Piazza V. Emanuele che da anni aspettava un intervento di ripavimentazione.
Poi, ci chiediamo, perché utilizzare all’interno dello stesso centro storico tante tipologie di materiale: porfido, basalto, pietra serena, mattonelle di cemento, asfalto?
Questi materiali appartengono alla storia della nostra città?
Ci sono in città altri esempi similari storicizzati?
Quello in fase di ultimazione è forse un progetto che utilizza un linguaggio e un materiale contemporaneo?
Caro signor Sindaco farebbe bene ad osservare la nuova pavimentazione di Via Etnea Catania, o ancora i progetti di pavimentazione delle strade di Cefalù, di Alcamo ecc..
Vede caro sindaco Garofalo, riteniamo che tutto questo sia frutto di incapacità amministrativa e programmatica; capiamo che le elezioni sono vicine e Lei ha voglia di far vedere che l’amministrazione è efficiente, ma forse i cittadini la ringrazieranno di più se evita di creare questi gravi danni all’immagine della città”.

Quanto sopra la nota dei Consiglieri comunali di Patto per Enna, a cui risponde l’Assessore ai lavori pubblici, Franco Nasonte: “su via Mercato S. Antonio ci siamo attenuti alle disposizioni della Soprintendenza ai beni culturali”, in piazza Vittorio Emanuele “i mattoni sono gli stessi di quelli esistenti che, però, nel frattempo si sono usurati perdendo colore. Nonostante ciò abbiamo già detto che con l’approvazione del bilancio è già nostra intenzione ripavimentare tutta la piazza”.
Per Nasonte sono comunque “scelte politiche legittimate dal fatto che noi siamo al governo della città e decidiamo noi ciò che è meglio fare”.