mercoledì , Gennaio 20 2021

Presentazione del libro di Gaetano Amuruso “Unikuore” a Regalbuto

Amoruso gaetanoRegalbuto. Nella sede del circolo del PD “Ciccio Marraro” venerdì 16 gennaio prossimo alle ore 19, sarà presentato il libro scritto da Gaetano Amoruso dal titolo “Unikuore”. E’ il primo di una serie di incontri tematici che il nostro direttivo ha in mente di organizzare per il 2015. Volutamente inizieremo con uno dei temi forse più attuali quale il sentimento dell’amicizia legato in maniera quasi indissolubile all’evoluzione della coscienza. Gaetano Amoruso è partito da una storia vera vissuta durante gli anni di studio all’università Kore di Enna nel quale si racconta come il raggiungimento di un obiettivo possa determinare la creazione di legami forti e indissolubili. La storia, liberamente tratta da un fatto realmente accaduto, narra di un gruppo di studenti che si trovano nella malinconica situazione di essere gli ultimi laureandi di scienze della comunicazione dell’Università Kore di Enna prima della definitiva chiusura del corso e, in particolare, di uno di loro affetto da disturbo schizoide della personalità. Un parallelismo originale e audace accompagna la trama di questo romanzo con un finale denso di sorprese e continui colpi di scena. La chiave di lettura potrebbe rivelarsi anche un’altra: chi sono veramente i plotoni grigi? Chi o cosa rappresenta il dottor Indelicato? A volte basta solo cambiare prospettiva e avere fede. Bello è da leggere, forse un pò scomodo come oramai ci hanno abituato le trame scritte da Amoruso. Gaetano Amoruso, laurea in comunicazione conseguita presso l’Università degli Studi di Enna, laurea al corso magistrale di comunicazione dell’Università di Catania. È impegnato da sempre nella continua difesa dell’identità storica e culturale di Agira (Enna). La passione per la scrittura nasce nel 1992 quando inizia a collaborare con i quotidiani La Sicilia, Giornale di Sicilia, Sicilia Imprenditoriale, Quotidiano di Sicilia e con il settimanale “Visto”. Nel 2006, con il romanzo breve in senso inverso, ha partecipato al premio nazionale “L’autore” e nel 2008 ha pubblicato un saggio dal titolo Agyrion.it, un excursus sulla storia e preistoria di Agira. Impegnato nel sociale, si è interessato anche della tutela del patrimonio storico ed artistico del proprio paese. In tal senso al suo nome sono legate alcune iniziative portate avanti con competenza e concretizzate nel tempo. Se a questo profondo senso etico si aggiunge una grande passione, sostenuta dai propri sogni, riusciamo a comprendere, pur nella sua semplicità, il suo impegno eclettico che lo ha portato ad essere giornalista, scrittore, storico con la grande capacità di utilizzare gli strumenti più adatti al raggiungimento dei suoi obiettivi; Gaetano è pienamente un “uomo del suo tempo”. Il suo primo libro-inchiesta dal titolo “Mamma ti prego portami via” sulla sottrazione dei minori ha ottenuto la menzione d’onore al Premio Internazionale Penna d’Autore patrocinato dalla regione Piemonte.