lunedì , Ottobre 3 2022

Spese Comuni: si va da Nicosia, con 757 € per abitante a Centuripe 2.045 € a testa, Enna 1.059 €

soldi pubbliciSino a poco tempo fa la trasparenza, per quanto riguarda i conti pubblici, è sempre stata un optional: i dati non si trovavano o era difficile reperirli. Insomma, era davvero impossibile capire quanto un Comune o una Provincia stesse spendendo di personale o per lo smaltimento rifiuti, per le mense scolastiche o per l’energia elettrica. Oggi grazie all’aiuto dell’informatizzazione si può finalmente accedere a questi dati, ma si viene praticamente sommersi da una tale quantità di numeri, che il risultato resta lo stesso: difficilmente leggibile. In virtù di tutto questo ha fatto sicuramente bene il Governo a istituire un sito, soldipubblici.gov.it, che riporta le spese dei vari Comuni in tempo quasi reale. E bene ha fatto anche una società privata che in pratica ha reso più facilmente leggibili questi numeri, grazie al sito soldipubblici.thefool.it. Pertanto, in questo articolo elaboriamo le spese effettuate nel 2014 da ogni Comune della provincia di Enna, in valore assoluto e pro capite: si parla di soldi realmente pagati, non di bilanci. Enna ha speso 29 milioni 521.866 euro, 1.059 a testa per ennese. Le principali voci di spesa sono state: Competenze fisse per il personale (€ 5.235.642,07), Contratti di servizio per smaltimento rifiuti (€ 4.404.002,09), Contributi obbligatori per il personale (€ 1.842.793,67). Il comune capoluogo, a parte il costo del servizio dei rifiuti, c’è da dire che è uno dei meno “spendaccioni”. Meglio di tutti fa però Nicosia, con solo 757 euro per abitante, mentre la cifra più alta la fa segnare Centuripe (2.045 euro a testa). Qui di seguito tutti i comuni della provincia: Piazza Armerina ha effettuato pagamenti pari a 17 milioni 638.968, con una spesa pro-capite per cittadino di 800 euro. Le tre principali voci di spesa: Contratti di servizio per smaltimento rifiuti (€ 3.032.465,32), Competenze fisse per il personale a tempo indeterminato (€ 2.312.563,64), Competenze fisse ed accessorie per il personale a tempo determinato (€ 1.221.831,94); Nicosia, spese generali 10 milioni 712.664, spesa pro-capite 757 euro; Villarosa, 5 milioni 418.948, spesa pro-capite 1.068 euro; Calascibetta, 4 milioni 246.578, spesa pro-capite 928; Leonforte, 13 milioni 144.217 spesa pro-capite 952; Assoro, 5 milioni 098.033, spesa pro-capite 955; Nissoria, 3 milioni 956.375, spesa pro-capite 1.336; Agira, 7 milioni 275.003 spesa pro-capite 862; Gagliano, 4 milioni 043.351, spesa pro-capite 1.099; Troina, 12 milioni 068.294, spesa pro-capite 1.259; Cerami, 3 milioni 203.143, spesa pro-capite 1.510; Sperlinga, 1milioni 578.587, spesa pro-capite 1.908; Aidone, 7milioni 801.181, spesa pro-capite 1.595; Pietraperzia, 10milioni 519.148, spesa pro-capite 1.461. Barrafranca, 14milioni 990.627, spesa pro-capite 1.082. Regalbuto, 6 milioni 740.027, spesa pro-capite 913; Catenanuova 6 milioni 767.921, spesa pro-capite 1.368; Centuripe 11 milioni 448.832, spesa pro-capite 2.045; Valguarnera 6 milioni 837.072, spesa pro-capite 844.

Giacomo Lisacchi





Riprendiamo e pubblichiamo dal quotidiano La Sicilia