lunedì , Gennaio 18 2021

Ingenti i danni del maltempo a Gagliano

bufera neveGagliano. Le terribili condizioni meteorologiche dei giorni scorsi hanno allertato il sindaco di Gagliano, Salvatore Zappulla, il quale, avviata la conta dei danni, dichiara lo stato di calamità naturale. Ingenti i danni alle colture agricole, alle infrastrutture, ai veicoli, agli edifici e alle abitazioni civili. “Sono state tantissime le segnalazioni da parte dei cittadini che, a causa del maltempo, hanno subito, in molti casi, vere e proprie disgrazie – dice il primo cittadino -. Per tale ragione, abbiamo deciso di far partire l’iter per la richiesta di dichiarazione di calamità al Governo nazionale, sperando di riuscire ad ottenere una soluzione immediata e concreta a questa situazione di emergenza venutasi a creare”.
Il gelo e la tempesta di vento e neve abbattutisi su Gagliano tra lunedì pomeriggio e martedì notte hanno travolto qualsiasi cosa, scoprchiando case, staccando pali della luce e tralicci della bassa tensione, mandando in frantumi finestre, abbattendo al suolo i rami degli alberi e persino divellendo alcune saracinesche. Come se non bastasse, martedì scorso l’intero centro abitato è rimasto isolato, privo di rete telefonica mobile. Solo Internet e i telefoni fissi hanno permesso ai cittadini di comunicare con l’esterno. A rendere irraggiungibile la maggior parte dei gestori telefonici è stato un guasto ai ripetitori, causato dalle forti raffiche di vento. Stesso problema per le antenne televisive, che hanno oscurato alcuni canali.
Tante case sono rimaste a lungo prive di energia elettrica, con seri problemi di comunicazione. “Non ricordo qualcosa di simile da decenni. Eravamo allibiti e impauriti dai rumori e dal vento che sembrava sradicare le case”, commenta un cittadino gaglianese. Al limite del disastro, il sindaco aggiunge: “In questa situazione così difficile abbiamo chiesto aiuto ai vigili del fuoco e alla protezione civile, oltre a mettere in moto la macchina comunale».

Valentina La Ferrera