lunedì , Gennaio 18 2021

Catenanuova. Minoranza C.C. all’attacco sui rifiuti

La minoranza consiliare di “Rinascita per Catenanuova”, alla ricerca di risposte da parte della maggioranza consiliare e presidenza, retta da Prospero Castiglione e del sindaco Biondi su un tema, quello dei rifiuti che ha cambiato negli ultimi tempi direzione, infatti si va verso verso l’Aro unilaterale piuttosto di quella consorziata con Centuripe e Relgalbuto e con gara ad evidenza pubblica per quanto riguarda la gestione, piuttosto che in House. Sicuramente da parte di Rinascita la voglia di conoscere lo “Status“ attuale della questione e lo fa con una lettera per invitare il presidente Castiglione ad indire, in tempi brevi, un nuovo consiglio comunale in seduta aperta su argomenti come l’approvazione per la fuoriuscita dall’Aro da parte della maggioranza consiliare, sulla richiesta del comitato referendum comunali di conoscere gli ulteriori sviluppi della fuoriuscita dall’Aro.
Catenanuova CC MINORANZA
Nutre preoccupazione Rinascita, che scrive al sindaco alla giunta ed al consiglio: “il 31 marzo è il termine ultimo per la gestione di Ato Rifiuti e a tutt’oggi non siamo a conoscenza se questa amministrazione si stia attivando per la soluzione del problema, considerato che il nostro gruppo è una componente politica attiva all’interno del consiglio comunale, portavoce delle necessità della cittadinanza ed organo di vigilanza e controllo dell’attività amministrativa, chiediamo al Presidente del Consiglio, la convocazione entro 15 giorni, con 2 punti all’ordine del giorno: ”Relazione attività amministrativa al 28 febbraio 2015 sulla gestione complessiva dei rifiuti e una relazione sull’attività amministrativa sulla realizzazione del CCR (centro comunale raccolta rifiuti”. In mancanza di questi riferimenti, facciamo presente al presidente del consiglio, che Rinascita organizzerà una pubblica assemblea per portare a conoscenza l’attività amministrativa sinora svolta, chiedendo la partecipazione degli interessati.

Carmelo Di Marco