sabato , Aprile 17 2021

“Progetto Life” fondi per la riserva naturale orientata di monte Campanito Sambughetti

nicosia contrada CampanitoNicosia. La riserva naturale orientata di monte Campanito Sambughetti e il bosco delle Figuzza di Palermo, sono le uniche due aree naturalistiche protette della Sicilia ad avere ottenuto l’accesso ai fondi europei del “Progetto Life”, una importante misura che co-finanzia le iniziative di privati, associazioni, Enti, imprese che propongono progetti che garantiscono l’applicazione delle politiche ambientali dell’Unione europea. Una misura che è stata ottenuta dal Dipartimento azienda foreste della Regione, che come spiega il direttore dell’Azienda foreste di Enna Nunzio Caruso, sta realizzando un programma di valorizzazione del patrimonio naturale della riserva Campanito, in collaborazione con il, Consorzio universitario per la Ricerca socieoeconomica e per l’ambiente. Il progetto ha come finalità migliorare la gestione del patrimonio naturale dei territori coinvolti attraverso la partecipazione delle comunità locali per una valorizzazione sostenibile. L’obiettivo del progetto Life è quello di creare i presupposti per una gestione degli ecosistemi naturali che fanno parte dei siti “Natura 2000” strumenti che rendono remunerative le attività di tutela. Una misura che migliora la gestione delle aree naturali protette attivando possibili finanziamenti pubblici e privati, che coinvolge parti sociali ed economiche della comunità locale. Il progetto Life, se ci sarà la risposta giusta e verrà attivato, può innescare una serie di fattori economici ed occupazionali importantissimi, garantendo allo stesso tempo il rispetto dell’ambiente. Per questo motivo sono necessari incontro e confronto tra operatori economici e componenti sociali interessati alla gestione del patrimonio ambientale.
«L’obiettivo è identificare e condividere modalità di valorizzazione sostenibile – spiega il dirigente Caruso – anche attraverso accordi volontari tra i diversi attori per assicurare da una parte il giusto riconoscimento economico per chi lavora per la conservazione del patrimonio naturale e dall’altra garantire la possibilità di poter continuare ad usufruire dei benefici derivanti dalla sua gestione». Il 13 marzo prossimo l’Azienda foreste di Enna, che è il gestore della riserva Campanito, organizza il primo incontro al rifugio forestale di Contrada Calogno, per discutere di problemi, opportunità e prospettive legate alla gestione e valorizzazione di monte Campanito.



GIULIA MARTORANA PER IL QUOTIDIANO LA SICILIA