martedì , Gennaio 19 2021

Amministrative. Cambiare il volto di Agira

AgiraSulle elezioni prossime amministrative nel comune di Agira, dove la segretaria comunale del Pd e deputato al Parlamento, Maria Greco vuole fare incetta (certo non è che la deputata abbia brillato per lo sviluppo del territorio), due consiglieri comunali dell’opposizione, Giuseppe Bertolo e Franco Marchese ed un ex consigliere provinciale, Sebastiano Nicastro, hanno sottolineato che è tempo di guardare oltre gli schieramenti, per riuscire a far coagulare attorno ad un progetto condiviso le migliori idee e soprattutto quelle risorse umane, professionali e politiche che tanto possono contribuire a dare una svolta alla città. L’Obiettivo primario sarà una gestione trasparente, concreta, che guardi ai più deboli ma che riesca ad avviare una programmazione capace di cambiare il volto di Agira. I tre sono promotori di un nuovo impegno politico “ proporre per programmare insieme” in vista delle elezioni amministrative del maggio prossimo. “Un movimento civico che parte dal basso e che mira a coinvolgere, giovani, donne, appartenenti alla società civile e quanti credano ancora, che un’altro modo di fare politica e gestire la cosa pubblica sia ancora possibile”. I tre rappresentanti sottolineano che all’apatia, al disinteresse, alla politica spicciola che mira solo a coltivare i propri di interessi, bisogna contrapporre un impegno deciso, appassionato e soprattutto che guardi al futuro dei giovani, e per questo che lanciano un appello a quanti, al di la delle etichettature partitiche abbiamo ancora la forza e l’entusiasmo per impegnarsi affinché le cose possano veramente cambiare. Occorre guardare alla politica con occhi nuovi per dare quelle risposte che i cittadini attendono. Buon senso, legalità, trasparenza, operatività, e programmazione dovranno diventare i caratteri distintivi di un vero percorso alternativo che miri al bene comune. L’appello è rivolto soprattutto ai giovani agirini, capaci di alimentare di linfa nuova questa iniziativa, ma anche a chi, magari è meno giovane, ma che forte della sua esperienza professionale, amministrativa e sociale può imprimere all’azione maggiore forza ed operatività. I tre consiglieri sono aperti a qualsiasi forma di dialogo con la Città e con le forze in campo per cercare di trovare, la dove possibile, elementi di unione e di forza che possono rappresentare il valore aggiunto di questo nuovo impegno.