mercoledì , Aprile 14 2021

Nicosia. Elezioni, l’imprenditore Giuseppe Beritelli, candidato espresso dal mondo produttivo

elezioni 2015 - beritelli 3   Nicosia. Ufficializzata la candidatura a sindaco dell’imprenditore Giuseppe Beritelli, alla guida di un movimento espressione del mondo produttivo. Una candidatura che pur essendo stata ufficializzata solo da 2 giorni, è stata meditata e nasce da operatori economici che puntavano ad una lista in appoggio ad un candidato e uno schieramento che avesse un programma condiviso su come amministrare la città.

“Non ci siamo riconosciuti negli schieramenti in corsa, ma avendo trovato un numero crescente di persone che condividono la nostra idea di innovare il modo di amministrare il Comune – spiega Beritelli – e affrontare le problematiche sociali di una città, ha preso corpo l’ipotesi di presentarsi alle elezioni, come movimento che ha una sua proposta organica e complessiva. Nicosia ha perso e continua a perdere operatori economici, posti di lavoro, vede aumentare le fasce in stato di bisogno e peggiorare le condizioni di vita di tutti e purtroppo vede anche un ritorno all’emigrazione con la conseguente perdita di popolazione. Il Movimento rappresenta il malessere crescente e profondo del settore produttivo che è quello dell’intera società nicosiana. Il movimento c’è. Ci sono persone di profilo pronte a mettere a disposizione professionalità e impegno. Sono maturate le condizioni. Siamo un movimento che vuole innovare un sistema che, purtroppo, ha prodotto solo un progressivo declino”.

Giuseppe Beritelli sottolinea che è stato deciso di non mettere in lista politici ed ex amministratori, proprio per sottolineare che la natura del movimento è quella di rappresentare la società civile. “Abbiamo un progetto sociale bastato sul rilancio e sul sostegno alla microeconomia, che permette di creare occupazione. Il progetto è di recupero del patrimonio ambientale, storico, artistico e umano.

“Siamo un movimento aperto a proposte e contributi perché puntiamo sul grande capitale di idee, professionalità e capacità di cui la nostra città è ricca. Abbiamo una proposta che non è la promessa di sostegni economici – conclude – ma che l’impegno a creare le condizioni perché ripartano l’artigianato, la produzione di nicchia, il commercio, l’agrozootecnia che è un settore portante, il mondo delle libere professioni”.

 

Schillaci mario creativamente