giovedì , Maggio 6 2021

Enna. Dopo la protesta i lavoratori forestali riprendono il lavoro

forestaliEnna. Il dottor Nunzio Caruso, direttore dell’Azienda Foreste Demaniali, nonostante i suoi attuali guai giudiziari ed il suo trasferimento a Siracusa, ha comunicato ai tre segretari di categoria Scormavacche per la Cgil, Bubbo per la Cisl e Savarino per l’Uil, che è stato già disposto il rientro nei cantieri dei 650 operai forestali a partire da lunedì 25 maggio. Si risolve così una questione che aveva provocato delle preoccupazione circa il proseguimento del lavoro e, quindi, c’è la possibilità che questi lavoratori possano chiudere il ciclo delle loro giornate lavorative. Lavoratori forestali e rappresentanti sindacali mercoledì mattina si sono trovati davanti gli uffici dell’Azienda di via Piazza Armerina per protestare a causa della sospensione dei lavori nei cantieri. I lavoratori forestali, avevano iniziato il loro lavoro il 24 aprile, ma improvvisamente su disposizione della direzione provinciale erano stati costretti a sospendere il lavoro, quindi avendo fatto appena venti giorni di lavoro. La causa della sospensione era stata provocata dal fatto che non c’erano più soldi per pagare i lavoratori. Nella stessa giornata di mercoledì mattina il dottor Nunzio Caruso aveva convocato i sette direttori dei cantieri per studiare la situazione, alla fine è stata trovata la soluzione e così il dottor Caruso ha comunicato ai rappresentanti sindacali e ai lavoratori che avrebbero ripreso il lavoro a cominciare da lunedì, quindi ci sono buone possibilità che tutti possano chiudere le loro giornate lavorative e nel contempo intervenire per eliminare i pericoli di incendi visto che sta arrivando l’estate.




RIPRENDIAMO E PUBBLICHIAMO DAL QUOTIDIANO LA SICILIA