domenica , Marzo 7 2021

Enna – 5 giorni a 5 Stelle: secondo appuntamento su turismo e lavoro

Roberta Lombardi davide solfatoEnna. Ieri sera in Piazza Municipio si è tenuto il secondo appuntamento dei “5 giorni a 5 Stelle”, per parlare di turismo e lavoro insieme con la deputata Roberta Lombardi, componente della XI Commissione lavoro Pubblico e Privato.

“Le amministrazioni precedenti – denuncia l’attivista Desirèe Di Serio – non hanno mai puntato sul binomio turismo-lavoro, ne è prova il basso flusso turistico della Città di Enna. Uno dei punti fondamentali del nostro Programma è proprio quello di rivitalizzare il turismo, attraverso un’attenta rivalutazione delle risorse e delle strutture già esistenti”.

Anche Davide Solfato, candidato a Sindaco, ha sottolineato l’importanza di incrementare il turismo per creare lavoro “indiretto” perché “le assunzioni di personale in evidente esubero, al fine di incrementare il clientelismo, sono ormai azioni che non possono essere più mantenute, infatti – continua Solfato – è evidente che l’impiego pubblico si sia ormai esautorato; ce lo dimostrano i 105 impiegati della ex Provincia che a breve vedranno scadere i loro contratti e che per questo motivo si sono riuniti in un’assemblea permanente. Anche le assunzioni in ambito privato seguono la stessa scia che – conclude il candidato Sindaco – porterà un sempre maggiore indebitamento”.

In breve, le proposte portate avanti dai 5 stelle per incrementare il turismo e, conseguentemente il lavoro sono:
– recuperare l’identità medievale della città;
– “diversificare ” le risorse a disposizione come, ad esempio, Pergusa che, oltre all’ autodromo, offre altre attrazioni quali la Riserva Pergusina, i siti archeologici legati al mito di Proserpina e le strutture sportive;
– utilizzare i Fondi europei che, peraltro, agevolano Enna in quanto compresa nel distretto di Morgantina;
– promuovere gli eventi cittadini, non solo a livello locale, per incrementare l’afflusso turistico.

La deputata Roberta Lombardi, con il suo intervento, ha sottolineato che l’attuazione di questi programmi è possibile. Una dimostrazione evidente proviene, ad esempio, dalla città di Ragusa, “per il semplice fatto che quando un governo Cinque Stelle arriva in una città, non solo apre le porte del Comune alla cittadinanza, ma comincia subito a prendere in mano il bilancio e, con un tratto di penna, cancella tutte le spese inutili, smettendo di rubare. Noi siamo diversi – conclude la Lombardi – ci tagliamo lo stipendio e lo restituiamo ai cittadini sotto forma di microcredito; rifiutiamo i milioni di finanziamenti pubblici e anche il 2×1000, che è un finanziamento indiretto e che quindi preferiamo venga indirizzato alle scuole, agli ospedali ecc.”.

Il prossimo appuntamento è per mercoledì 27 maggio, alle 17,30 in Piazza Municipio, dove Federico Piccitto, Sindaco di Ragusa, racconterà i suoi primi due anni da primo Cittadino a Cinque Stelle e la portavoce alla Camera Maria Marzana che informerà sulla riforma della scuola.