giovedì , Febbraio 25 2021

Dragon Judo Club Catenanuova torna da Alcamo con 2 ori e 1 bronzo

Dragon Judo ClubCatenanuova. La Dragons Judo Club, del presidente Donato Drago, associazione nata qualche mese fa, non ha ancora una storia di successi da raccontare, ma dalla nascita, grazie al supporto di validi tecnici ennesi, sta raccogliendo già qualche giusto riconoscimento, in campo provinciale e regionale ed è già un buon motivo per impegnarsi ancora di più. “Questo ci stimola – ha detto Drago – perchè amiamo questo sport e cerchiamo di trasmetterlo ai nostri piccoli atleti ed è normale che per crescere atleticamente occorre fare dei sacrifici e sopratutto confrontarci con altre realtà più organizzate della nostra. Questo lo stiamo facendo ed i risultati ci danno ragione, infatti, domenica 24 maggio, nella nostra partecipazione alla prima tappa del Gran Prix Sicilia, che si è disputata ad Alcamo nel Palasport “S Grimaudo”, con gli esordienti A e B, Cadetti e Juniores, abbiamo potuto dire la nostra con qualche buon risultato”. Nel palasport di Alcamo, domenica, quasi 300 judokas, provenienti dalla Calabria, Malta e Sicilia, pronti ad avvincendarsi sul tatami e la Dragons, con il tecnico Mario Puglisi e 7 atleti, Ilaria Graziano, Orazio Di Leonforte, Cristian Millemaci, Salvatore Mondello, Giuseppe Scravaglieri, Michelangelo Grasso e Silvia Drago, quest’ultima, da qualche mese è transitata alla Jppon Judo Club di Enna, ha centrato nell’occasione 2 ori e 1 bronzo. I due ori sono andati, rispettivamente alla vicecampione italiana di judo cat. 44 kg Silvia Drago e alla cat. 63 kg, Ilaria Graziano, mentre un 5°posto è andato ad Orazio Di Leonforte. Qualche recriminazione invece per il campione Michelangelo Grasso cat. 66 kg, che si è dovuto accontentare di una medaglia di bronzo. Soddisfazione dunque nella società, ma già si pensa al prossimo appuntamento di Catania nel Dynamic Cup del Gran Prix Italia fissato per il 13 e 14 giugno.

Carmelo Di Marco